Header Top
Logo
Venerdì 28 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Crisi: Della Vedova, fantasie Berlusconi pericolose per Letta

colonna Sinistra
Venerdì 7 giugno 2013 - 11:36

Crisi: Della Vedova, fantasie Berlusconi pericolose per Letta

(ASCA) – Roma, 7 giu – ”La governance economica europea puo’e deve essere cambiata; per farlo non occorrono sparatepropagandistiche da campagna elettorale, ma una discussionetra pari nelle sedi proprie, dove si e’ ascoltati secredibili. Nonostante il virtuoso tentativodell’intervistatore Giuliano Ferrara di portare ladiscussione ai piani alti, le parole di Berlusconi al Fogliosuonano stonate e pericolose per il Governo Letta. Berlusconibutta la palla in tribuna strologando sulle ‘soluzioniregionali’ o la ‘scomposizione dell’area euro’, anziche’ faremea culpa e proporre riforme”. Lo afferma in una notaBenedetto Della Vedova, portavoce politico di Scelta Civica.

”Se l’Italia ora arranca dietro la Germania ed e’ stata alungo afona in Europa, sul piano politico la principaleresponsabilita’ e’ proprio del Cavaliere che – sottolineaDella Vedova – ha guidato governi, specie l’ultimo, incapacidi assumere decisioni all’altezza e di fare riforme. E’ daquesto che dobbiamo partire, se vogliamo affrontare iproblemi del Paese”. Prima di Monti, continua, l’Italia ”aveva perso voce incapitolo in Europa, con Monti l’ha ritrovata e ora sta aLetta mettere a frutto il dividendo del Governo montiano,rifuggendo dai voli pindarici berlusconiani. Il Governo Monti- aggiunge Della Vedova – ha centrato l’obiettivo imposto daBerlusconi del deficit al 3% e ha consentito all’Italia diuscire dalla procedura europea; nel frattempo ha sbloccato ilpagamento di 40 miliardi di euro alle imprese. Questo e’stato possibile con riforme vere e quindi impopolarinell’immediato. Sulle pensioni, sulla spesa pubblica, sulfisco e sull’evasione”. Della Vedova auspica che Letta ”non ceda alle sireneberlusconiane e all’illusione che i nostri problemi sianotutti a Bruxelles e a Berlino e non a Roma, ma prosegua sulterreno delle riforme per la competitivita’ dell’Italia.

Scelta Civica lo sosterra’ sulla strada della serieta’ e delconfronto serrato ma pragmatico in Europa. Se Letta, invece,andasse davvero a un velleitario braccio di ferro con laMerkel imposto da Berlusconi lo perderebbe malamente e,comunque – conclude Della Vedova – lo farebbe senza dinoi”.

com-fdv

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su