Header Top
Logo
Venerdì 23 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Sanita’: Censis, ticket e’ tassa piu’ odiata da italiani

colonna Sinistra
Martedì 4 giugno 2013 - 10:05

Sanita’: Censis, ticket e’ tassa piu’ odiata da italiani

(ASCA) – Roma, 4 giu – Il ticket sanitario e’ la tassa piu’odiata dagli italiani.

Il 50% degli italiani ritiene che il ticket sulleprestazioni sanitarie sia una tassa iniqua, il 19,5% pensache sia inutile e il 30% lo considera invece necessario perlimitare l’acquisto di farmaci. Il 56% dei cittadini ritienetroppo alto il ticket pagato su alcune prestazioni sanitarie,mentre il 41% lo reputa giusto. Si lamentano di dover pagareticket elevati soprattutto per le visite ortopediche (53%),l’ecografia dell’addome (52%), le visite ginecologiche (49%)e la colonscopia (45%). E’ quanto emerge da una ricerca diRBM Salute-Censis sugli scenari evolutivi del welfare,promossa in collaborazione con Previmedical, presentata oggia Roma al terzo ”Welfare Day”, in cui sono intervenuti, tragli altri, Pierpaolo Baretta, Sottosegretario del Ministerodell’Economia e delle Finanze, Antonio Marzano, Presidentedel Cnel, Giuseppe De Rita, Presidente del Censis, RobertoFavaretto, Presidente di RBM Salute, Marco Vecchietti,Direttore Generale di Previmedical, e Carla Collicelli,Vicedirettore del Censis.

Molto diffusa e’ la percezione di una copertura pubblicasempre piu’ ristretta: il 41% degli italiani dichiara che lasanita’ pubblica copre solo le prestazioni essenziali e tuttoil resto bisogna pagarselo da soli, per il 14% la coperturapubblica e’ insufficiente per se’ e la propria famiglia,mentre il 45% ritiene adeguata la copertura per leprestazioni di cui ha bisogno. rus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su