Header Top
Logo
Giovedì 23 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Eternit: Ugl, sentenza sia monito ed esortazione contro amianto

colonna Sinistra
Lunedì 3 giugno 2013 - 18:14

Eternit: Ugl, sentenza sia monito ed esortazione contro amianto

(ASCA) – Roma, 3 giu – ”La sentenza della Corte d’appello diTorino sia per tutti un monito e un’esortazione ad andareavanti nella lotta di civilta’ per la bonifica dei sitiproduttivi e lo smaltimento dell’amianto”. Lo dichiarano ilsegretario confederale dell’Ugl, Paolo Varesi, e ilsegretario regionale dell’Ugl Piemonte, Armando Murella. Murella, in rappresentanza del sindacato, e’ statopresente oggi alla lettura della sentenza d’appello delprocesso Eternit, nella quale l’ex manager StephanSchmidheiny e’ stato condannato a 18 anni di reclusionementre per il barone belga Louis De Cartier i giudici hannodichiarato il non luogo a procedere perche’ deceduto. ”Siamo soddisfatti dalla sentenza – proseguono isindacalisti -, che ha inasprito la pena prevista per l’exmanager svizzero riconoscendo il disastro colposo anche per isiti di Bagnoli e Rubiera, ma dobbiamo rilevare come ilmancato risarcimento dell’Inail possa comprometterel’attuazione di importanti misure e azioni di tutelafinanziate dall’Istituto”.

”Le vittime di Casale Monferrato, Cavagnolo, Bagnoli,Rubiera e di tutti i luoghi contaminati – aggiungono -saranno davvero ‘risarcite’ solo se saremo capaci di renderela sicurezza nei luoghi di lavoro una consuetudine e nonun’eccezione. Per questo, da parte nostra, continueremo adimpegnarci su tutti i fronti, a partire dalle iniziativepromosse nell’ambito della campagna ‘Asbestus Free’ sostenutadai sindacati insieme alla Fondazione Anmil ‘SosteniamoliSubito’ onlus e alle associazioni di familiari delle vittimeAfeva e Aiea, passando per il Piano nazionale amianto che ilministero della Salute ha presentato proprio a CasaleMonferrato”. Per i sindacalisti ”solo attraverso azioni concretepotremo garantire fattivamente il diritto alla salute e allasicurezza nei luoghi di lavoro ed evitare il ripetersi di unatragedia silenziosa che ha colpito l’intero Paese”.

red/glr

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su