Header Top
Logo
Venerdì 23 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Minori: deputati Pd a Boldrini, certificazione contro lavoro bambini

colonna Sinistra
Sabato 1 giugno 2013 - 17:30

Minori: deputati Pd a Boldrini, certificazione contro lavoro bambini

(ASCA) – Roma, 1 giu – ”Gentile Presidente, Le vorremmochiedere di valutare la possibilita’ di farsi promotrice diun gruppo di studio italiano ed europeo per arrivare ad unaautocertificazione delle imprese, che attesti il rispettonella produzione delle normative fondamentali sui dirittiumani dei minori, del lavoro e dell’ambiente”. Inizia cosi’la lettera che i parlamentari del Pd Michele Anzaldi, ErnestoMagorno, Simona Bonafe’, Giovanna Martelli, LuigiFamiglietti, Silvia Fregolent, Marco Donati, MarinaBerlinghieri e Davide Faraone hanno inviato oggi allaPresidente della Camera Laura Boldrini, dopo aver letto lanotizia apparsa oggi su alcuni organi di stampa del bambinodi 14 anni morto in Cina dopo un massacrante turno lavorativoin una fabbrica che produce apparecchiature per una dellepiu’ note marche internazionali di elettronica.

”Sappiamo bene di poter fare poco per Paesi cosi’distanti da noi, non solo geograficamente ma ancheculturalmente e politicamente. Questa nuova fase dellapolitica italiana da Lei ben rappresentata, pero’, puo’spingerci a sperare in qualcosa di nuovo. Un esempio -scrivono i deputati Pd – potrebbe essere quello che imovimenti ambientalisti sono riusciti ad ottenere da alcuniproduttori di cosmetici, la certificazione ‘cruelty free”’.

”Non un obbligo – proseguono i parlamentari – ma uncontributo per permettere a ognuno di noi la libera sceltadel notebook o del cellulare che preferisce, in base non soloa specifiche tecniche ma anche ad assicurazioni sul rispettodei diritti umani. Sarebbe un grande passo avanti per ilnostro Paese e potremmo essere, per una volta, di esempio almondo”. ”Una proposta del genere – concludono – potrebberiscuotere ampi consensi, dalle associazioni di consumatorialle stesse aziende, spesso costrette a concorrere con chi siserve di rapporti di lavoro al livello della vera e propriaschiavitu”’.

”Probabilmente si tratta solo di un sogno, che oggi pero’potrebbe diventare realta’ anche grazie all’impegno di unapersona da sempre attiva su queste tematiche, come e’ appuntoLei nel ruolo di presidente della Camera, ma anche per lapresenza sulla scena istituzionale di persone egualmentesensibili al tema quali il presidente del Consiglio, EnricoLetta, e il ministro degli Esteri Emma Bonino. Anche AbramoLincoln, – concludono i deputati.- quando sognava di abolirela schiavitu’ in America, sembrava solo un visionario. Ma,come diceva appunto il presidente americano, ‘la cosamigliore del futuro e’ che arriva un giorno per volta”’.

com-brm/sam/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su