Header Top
Logo
Domenica 25 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Lavoro: senatori Pd, precari e atipici tornino al del centro dibattito

colonna Sinistra
Giovedì 30 maggio 2013 - 13:18

Lavoro: senatori Pd, precari e atipici tornino al del centro dibattito

(ASCA) – Roma, 30 mag – Riportare al centro del dibattitopolitico la questione dei lavoratori precari e atipici. E’quanto si prefigge un’interrogazione a prima firma LauraCantini, sottoscritta anche da Rita Ghedini e altri 18senatori del Pd. L’iniziativa dei senatori del Partito democratico puntal’attenzione sul monitoraggio dello stato di attuazione degliinterventi e delle misure previste dalla Riforma Fornero e lavalutazione degli effetti sull’efficienza del mercato dellavoro e sull’occupabilita’ dei cittadini. I firmatari dell’interrogazione, a tale proposito,chiedono al ministro del Lavoro e delle politiche socialiEnrico Giovannini ”se e in quale misura le disposizionirelative alla categoria siano state attuate e se non siritenga opportuno procedere alla pubblicazione dei dati,seppure parziali, del monitoraggio”. ”Si chiede sapere -prosegue l’interrogazione – se non ritenga opportunoprevedere, all’interno del preannunciato pacchetto diinterventi, misure volte a rendere piu’ efficiente, coerenteed equo l’assetto degli ammortizzatori sociali e dellepolitiche attive in una prospettiva di universalizzazione,rafforzamento dell’occupabilita’ delle persone esemplificazione delle procedure burocratico – amministrativeper le piccole e medie imprese nel settore del lavoro”. I senatori si soffermano anche sull’opportunita’ o meno,di ”assumere iniziative che valorizzino il ruolo di unrafforzato e regolato rapporto tra rappresentanze delleimprese e dei lavoratori, a cui affidare le scelte sullaflessibilizzazione delle regole, di modo che, nonostante lacrescita di 20 mila unita’ dei contratti atipici tra il 2008e il 2012, confermata dai piu’ recenti dati dell’ultimorapporto annuale Istat, il contrasto alla precarieta’ eall’abuso della flessibilita’ non passi attraverso unintervento sulla legge di riforma del mercato del lavoroproduttiva di un’ulteriore precarizzazione dei rapporti dilavoro”. com-njb

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su