Header Top
Logo
Martedì 25 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Ue: Anci chiede incontro a Trigilia sulle politiche di coesione

colonna Sinistra
Mercoledì 29 maggio 2013 - 12:55

Ue: Anci chiede incontro a Trigilia sulle politiche di coesione

(ASCA) – Roma, ”Un incontro per rappresentare la posizionedei Comuni italiani sull’andamento della consultazionepubblica per la definizione dei nuovi programmi dellapolitica di coesione 2014-2020 nonche’ condividere lapreoccupazione per la situazione di grave ritardo che siregistra nella certificazione della spesa dei programmioperativi per il periodo 2007-2013”. E’ questa la richiestacontenuta nella lettera che il Presidente dell’Anci,Alessandro Cattaneo, il Delegato alle politiche comunitariedell’Associazione, Micaela Fanelli e il Coordinatore delleCitta’ metropolitane, Giorgio Orsoni hanno inviato alMinistro al Ministro per la coesione territoriale, CarloTrigilia.

”’Sulle esigenze attuali di accelerazione della spesa dei PO- scrivono – ANCI ha condiviso le recenti decisioni del”Comitato nazionale di indirizzo e sorveglianza dellapolitica unitaria’ ed ha offerto al DPS la massimacollaborazione per individuare misure di velocizzazionedell’attuazione degli interventi, di cui i Comuni sianobeneficiari, nonche’ per valorizzare il parco progetti,eventualmente disponibile, qualora esso sia coerente con lestrategie e gli obiettivi operativi della programmazionecomunitaria”.

”’Sul versante della nuova programmazione 2014-2020, ANCI hacondiviso le sette innovazioni di metodo e le tre opzionistrategiche proposte nel documento ”Metodi e Obiettivi’adottato dal Governo Monti nel dicembre 2012 ed, inparticolare – sottolineano i rappresentanti dell’Associazionedei Comuni – ha apprezzato la forte enfasi data al ruolodelle citta’ nella politica di coesione. Inoltre e’certamente un merito della politica di coesione aver ripresoin Italia, dopo tanti anni, la riflessione sulla necessita’di approntare una strategia nazionale per le aree interne delnostro Paese, dove si concentrano ormai gravi problemi dispopolamento e dissesto idrogeologico e dove vi operano, fragravi difficolta’ di bilancio, la gran parte dei piccoli epiccolissimi Comuni italiani”.

”’Inoltre l’ANCI – evidenziano – ha attivamente partecipatoai lavori dei tavoli tecnici di consultazione promossi dalMinistero della Coesione Territoriale e si e’ fattapromotrice in questi mesi di un vasta azione di informazionee ascolto a livello locale, che ha coinvolto ad oggicentinaia di amministratori e Sindaci”.

Per tali ragioni l’ANCI chiede di poter incontrare ilMinistro Trigilia per rappresentare il punto di vista deiComuni sui temi in questione, ”’perche’ – concludonoCattaneo, Fanelli ed Orsoni – crediamo che solo con una fortee consapevole mobilitazione delle comunita’ locali, lapartecipazione attiva dei cittadini e l’assunzione piena diresponsabilita’ da parte dei Sindaci sia possibile crearequelle condizioni di contesto necessarie per la piu’ efficaceattuazione della politica di coesione territoriale e ilperseguimento effettivo degli obiettivi crescita, inclusionee occupazione collegati a questa politica”.

com/rus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su