Header Top
Logo
Venerdì 28 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Riforme: Pisicchio (Cd), enorme onere politico per governo

colonna Sinistra
Mercoledì 29 maggio 2013 - 19:11

Riforme: Pisicchio (Cd), enorme onere politico per governo

(ASCA) – Roma, 29 mag – ”Ci sono diversi modi per affrontareun dibattito importante come questo, ma suggerirei di nonparlare di ‘Legislatura Costituente’, perche’ evoca un’azionepolitica specifica di un’assemblea eletta a tale scopo. Leparole vanno maneggiate con cura, per questo definirei ilnostro lavoro come un’opera di onesta manutenzione evolutivadella Costituzione. Ci sono interventi che, pur non avendo lecaratteristiche di una riforma costituzionale, toccanoaspetti di rilevanza costituzionale, come i regolamentiparlamentari, la legge elettorale, la regolazione giuridicadella forma partito e delle lobby. L’epicentro della riformadeve essere il parlamento, terreno di confronto condiviso tratutti gli attori. Storicamente si e’ proceduto in tre modiper le riforme: la costituente, la via dell’Art. 138 dellaCostituzione ed infine la bicamerale”. Lo ha detto ilpresidente del Misto e vicepresidente di Centro Democratico,Pino Pisicchio, intervenendo in Aula a Montecitorio. ”La via scelta da noi e’ quest’ultima. E si e’ deciso diaffidare al governo l’onere di presentare un disegno dilegge. Una scelta molto impegnativa per l’esecutivo, che legala sua stessa esistenza al percorso delle riforme. Una sceltapolitica importante alla quale diamo voto favorevole”,conclude Pisicchio.

com/vlm

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su