Header Top
Logo
Mercoledì 29 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Ue: Trigilia, lavoriamo a costituire Agenzia per migliore uso fondi

colonna Sinistra
Martedì 28 maggio 2013 - 15:28

Ue: Trigilia, lavoriamo a costituire Agenzia per migliore uso fondi

(ASCA) – Roma, 28 mag – Ricevendo a Roma il commissario Uealle Politiche regionali, Johannes Hahn, il ministro per laCoesione territoriale, Carlo Trigilia, ha lanciato laproposta di istituire un’Agenzia per favorire l’assorbimentoda parte dell’Italia dei Fondi Ue.

”Ho proposto al commissario Hahn di istituire un’Agenziaper l’attuazione dei programmi di spesa dei Fondi Ue”, hariferito Trigilia in conferenza stampa. Nello specifico, l’Agenzia dovrebbe svolgere ”un ruolo disostegno alle amministrazioni particolarmente fragili nellacapacita’ di spesa fino ad assumere la gestione deiprogrammi, in taluni casi, a seconda della capacita’operativa dell’ente”, ha illustrato il ministro.

Soprattutto guardando alla nuova tranche di finaziamentiUe 2014-2020 ”il ministro Trigilia e io concordiamo che e’necessario potenziare la gestione amministrativa delleRegioni”, ha detto il commissario Hahn. Serve, inoltre, ”snellire le strutture ammnistrativie edinvestire nella formazione dello staff tecnico. Suquest’ultimo aspetto – ha aggiunto il membro dell’esecutivoUe – tengo a sottolineare l’importanza della continuita’ dellavoro di questo personale tecnico che dovrebbe poterproseguire il suo lavoro, nonostante l’intervento deicambiamenti politici”.

Sempre in vista della prossima tranche di finanziamenti Ue”abbiamo concordato sull’importanza di una maggioreconcentrazione di programmi di finanziamento, di passare da400 a 100 azioni, per attuare investimenti mirati, laddovenon e’ possibile accontentare tutti”, ha riferito Hahn. L’altro aspetto di novita’ per i fondi 2014-2020, ”sara’quello di focalizzarli sulle Piccole medie imprese (Pmi)attraverso una riconversione delle politiche infrastrutturaliin politiche per l’occupazione nelle quali le Pmi svolgono unruolo decisivo”, ha illustrato, ancora, il commissario Ue.

Guardando, invece, ai 31 miliardi di euro della vecchiatranche 2017-2013 che l’Italia e’ tenuta a spendere entro il2015 pena la perdita dei finanziamenti ”i tecnici delmnistero sono all’opera per fare in tempi brevi, comunqueentro il mese di luglio, un censimento dei programmi perdentificare quelli che sono piu’ ad alto rischio di de-finanziamento, in modo da poter avviare una riconversionedelle risorse su obiettivi che abbiano particolarecaratteristiche: elevata capacita’ di tiraggio, basso rischiodi intoppi dinatura burocratica e rapidita’ di destinazioneai beneficiari finali”, ha illustrato il ministro Trigilia.

stt/rus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su