Header Top
Logo
Venerdì 17 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Roma/Comunali: ballottaggio tra Marino e Alemanno. Al via la sfida

colonna Sinistra
Martedì 28 maggio 2013 - 09:04

Roma/Comunali: ballottaggio tra Marino e Alemanno. Al via la sfida

(ASCA) – Roma, 28 mag – L’appuntamento con le urne a Roma e’fra 15 giorni con il ballottaggio tra il candidato delcentrosinistra, Ignazio Marino, e il sindaco uscente delcentrodestra, Gianni Alemanno: tornata che, oltre a svelarechi sara’ per i prossimi 5 anni il Sindaco della Capitale,sara’ un termometro significativo per misurare il livello didisaffezione dei romani per il voto. I dati finali parlano chiaro in tal senso. Su 2.359.119elettori, a votare sono stati 1.245.927, una percentuale divotanti pari al 52,81%.

In base ai dati definitivi del Viminale, le 2.600 sezioniromane hanno premiato Marino, nettamente in vantaggio con il42,60% e 512.720 voti, mentre Alemanno lo insegue con 364.337preferenze, pari al 30,27% dei consensi. A Marcello De Vito del Movimento Cinque Stelle il terzogradino del podio con il 12,43% e Alfio Marchini con 114.169voti si attesta al 9,48 %. A seguire Sandro Medici con il 2,22% e Alfonso Luigi Marracon l’1,18%. L’astensionismo ha dunque segnato questo turno elettoraleed e’ il vero protagonista di queste elezioni che verrannoricordate da chi ha votato per la lunghezza della schedaelettorale, 1 metro e 20 centimetri.

Al via, quindi, la seconda fase della campagna elettoraleche promette scintille con Alemanno che non ritieneimpossibile la rimona, seppur impegnativa. ”La partita e’ancora aperta”, ha commentato a caldo ieri dal suo quartiergenerale in via Giano di Bella e la sfida e’ quella diriportare alle urne gli astensionisti. Per il centrodestra e’quello il bacino da cui attingere voti per tentare di bissarela rimonta del 2008 su Francesco Rutelli.

Ma Alemanno si trovera’ di fronte un concorrenteagguerrito, il chirurgo genovese, che sta battendo a tappetoda due mesi la citta’ dal centro alla periferia e promette dicontinuare anche in questa fase la sua strategia. Marino vuole ”cambiare tutto” e ieri, dal suo comitatoelettorale in via Cristoforo Colombo, lo stesso scelto daNicola Zingaretti per la corsa vittoriosa alla presidenzadella Regione Lazio, ha ribadito la necessita’ di farrinascere Roma e strapparla dalle mani di Alemanno. A far da ago della bilancia potrebbero essere i voti delbacino elettorale del Movimento Cinque Stelle e di AlfioMarchini.

E’ lo stesso Marino a farlo intuire, sottolineando che conil M5S ”abbiamo temi in comune”, mentre per Marchiniosserva che ha ottenuto un risultato ”rispettabile”. E se il grillino De Vito annuncia ”io personalmente nonvotero”’ senza dare, pero’, indicazioni di voto ai suoielettori, Marchini e’ certo di aver condotto unastraordinaria campagna elettorale e non si sbilancia su chiorientera’ i suoi voti perche’ non vuole essere ”’il vice dinessuno”: l’ unica discriminante sono i programmi e ivalori. Dunque si riparte per altri 15 giorni di campagnaelettorale per convincere i romani delusi e stanchi dellapolitica. La sfida continua a suon di ”Daje” per Marino e”Continuiamo insieme” per Alemanno. Bet/stt

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su