Header Top
Logo
Martedì 25 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Rifiuti: Authority appalti, poche regioni rispettano normativa gestione

colonna Sinistra
Martedì 28 maggio 2013 - 18:47

Rifiuti: Authority appalti, poche regioni rispettano normativa gestione

(ASCA) – Roma, 28 mag – ”Assicurare la puntualita’ deipagamenti nel sistema degli appalti, i trasferimenti deifondi statali in tempi certi ed attuare uno stretto controllodei tempi di riscossione delle tariffe dei rifiuti urbanidagli utenti.” Sono alcune delle ricette per far fronte allecriticita’ nella gestione e nello smaltimento dei rifiutielencate da Sergio Santoro, presidente dell’Autorita’ divigilanza sugli appalti (Avcp), durante un convegno sulsistema integrato dei rifiuti, oggi al ForumPA.

”Si devono semplificare – ha aggiunto Santoro – lemodalita’ di trasferimento dei fondi riducendo i passaggi trai soggetti interessati, valutare la possibilita’ diincentivare la stipula dei contratti per consentire algestore o all’esecutore di percepire direttamente dall’utenteil corrispettivo del servizio svolto.” Nella sua relazioneil presidente dell’Avcp ha spiegato che la politica digestione dei rifiuti delle Regioni non e’ uniforme e che lanormativa nazionale e comunitaria non e’ sempre rispettata.

Nella maggior parte dei casi la gestione dei servizi e’delegata agli organismi territoriali, ad eccezione delleemergenze in Campania, Calabria e Lazio dove sono intervenuticommissari straordinari. Santoro ha ricordato che l’Autorita’ha piu’ volte messo in luce le criticita’ del settore, cheriguardano sia la fase di affidamento che quella diesecuzione.

”A piu’ di 10 anni dall’entrata in vigore del DecretoRonchi, solo nel centro nord sono stati individuati alcuniAmbiti Territoriali Ottimali – ATO – e pochissime Autorita’d’ambito – ha aggiunto Giuseppe Borgia, consiglieredel’Autorita’ -. Il mancato trasferimento delle competenze inmateria di gestione integrata di rifiuti ha comportato ilperdurare della frammentazione dei servizi sul territorio maanche nella gestione delle varie attivita’. Solo la Toscanae’ ricorsa al gestore unico istituendo l’Autorita’ per ilservizio di gestione integrata dei rifiuti urbani nell’ATOregionale, stabilendo definitivamente che il servizio sarebbestato affidato a una societa’ mista pubblico”.

com-sen/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su