Header Top
Logo
Lunedì 20 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Lavoro: Damiano (Pd), staffetta generazionale valida ma con modifiche

colonna Sinistra
Lunedì 27 maggio 2013 - 18:33

Lavoro: Damiano (Pd), staffetta generazionale valida ma con modifiche

(ASCA) – Roma, 27 mag – ”La volonta’ del Governo diintervenire a favore dell’occupazione dei giovani e’ moltopositiva. La strada fondamentale, che richiede molte risorse,e’ quella della diminuzione del costo del lavoro perfacilitare l’assunzione a tempo indeterminato di giovani e diultra cinquantenni in cerca d’impiego. Su questo punto mipare che ci sia una convergenza tra tutti i partiti”. Lo haaffermato in una nota Cesare Damiano, deputato Pd epresidente della Commissione Lavoro della Camera.

Secondo Damiano risulta altrettanto interessante ”l’ideadella ‘staffetta generazionale’ caldeggiata dal ministroGiovannini. L’idea, sulla quale si era gia’ intervenuti altempo del I e del II Governo Prodi, si e’ arenata sullaclausola che prevedeva il passaggio del lavoratore dal tempopieno al part-time, a causa della conseguente drasticariduzione a meta’ dello stipendio. Per tradurre in pratical’idea della ‘staffetta’ – ha incalzato Damiano – sipotrebbe, per ovviare a questo inconveniente, immaginare duepossibili strade. La prima, quella di utilizzare i contrattidi solidarieta’ ‘espansivi’ che non riducono il salario inproporzione alla riduzione delle ore lavorate: questofavorirebbe la sostanziale salvaguardia del reddito”.

”La seconda soluzione – ha aggiunto – potrebbe esserequella di inserire rapidamente nel sistema un principio diflessibilita’ nell’uscita verso la pensione. Se si rendessepossibile andare in pensione a partire dai 62 anni con unaleggera penalizzazione, avendo maturato almeno 35 anni dicontributi, il lavoratore potrebbe utilizzare taleopportunita’ continuando a lavorare par-time e percependo lameta’ della pensione; anche in questo modo ci sarebbe unasostanziale invarianza del reddito. Se, a fronte di questescelte – ha concluso Damiano – le aziende assumessero ungiovane a tempo pieno, utilizzando, ad esempio, il contrattodi apprendistato, potremmo dare un segnale positivo e disperanza al Paese, anche attraverso una sperimentazionetemporanea”.

com-brm/mau/alf

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su