Header Top
Logo
Sabato 29 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Governo: Grillo, Berlusconi punta pistola alla tempia di Letta

colonna Sinistra
Sabato 25 maggio 2013 - 15:11

Governo: Grillo, Berlusconi punta pistola alla tempia di Letta

(ASCA) – Roma, 25 mag – ”Il Governo ha una pistola allatempia. Il colpo in canna. Sulla pallottola sono incise trelettere I-M-U. Una tassa non soppressa, ma solo posticipata.

Una cartuccia da sparare da parte di Berlusconi quando l’IMUdovra’ essere eliminata alla fine dell’estate. Il Governo siaccorgera’ allora, con stupore, che cio’ non e’ possibile.

Non ci saranno fondi per finanziare i Comuni che, in assenzadell’IMU, rischierebbero di non garantire i serviziprimari”. Questo l’ultimo affondo del leader del Movimento 5Stelle, Beppe grillo, nei confronti dell’esecutivo guidatodal Premier Letta. In un post dal titolo ‘Pistola alla Tempia’, pubblicatosul suo blog, Grillo ha ribadito che ”con l’incederedell’autunno non sara’ stato infatti operato alcun taglio dispese inutili (qualcuno si ricorda ancora della leggendariaeliminazione delle Province?) per trovare risorse dicopertura. Il Nipote di suo Zio, in arte Capitan Findus, ilmerluzzo scongelato, lo sa perfettamente. Il grilletto dellapistola si chiama evasione fiscale per cui e’ statocondannato in appello Berlusconi, il Vero Presidente delConsiglio”. Inoltre ”l’indice sul grilletto e’ la sentenzadella Cassazione che potrebbe rendere definitiva la condannaa quattro anni di carcere e cinque anni di interdizione daipubblici uffici e cancellare definitivamente dalla vitapubblica un incubo ventennale. La sentenza – ha ricordato illeader 5 Stelle – e’ attesa per ottobre, forse novembre.

Prima che cio’ accada l’Evasore in Secondo Grado gridera’ altradimento per la mancata abolizione dell’IMU e denuncera’ lacatastrofica situazione economica. Che e’ certa”.

Il leader 5 Stelle ha poi ricordato come ”Squinzi diConfindustria due giorni fa ha annunciato la possibilita’ diun ritorno al passato, al dopoguerra, di chiusura del sistemaindustriale, di crollo del Nord. Uno scenario degno delromanzo ”La strada” di Corman McCharty. Le sue parole sonoun anticipo dell’Autunno Freddo che ci aspetta. Berlusconicavalchera’ la paura del disastro economico accusando icomunisti (?) di una politica recessiva. La legge elettorale,se cambiera’, sara’ disegnata come un vestito su misura perfarlo vincere e conquistare la maggioranza parlamentare.

Diventera’ intoccabile. Qualcuno – ha concluso – alzera’ ilcane della pistola. Si sentira’ un clic. Uno sparo. Ilcolpevole, come sempre, sara’ il maggiordomo, aliaspdmenoelle, il miglior amico di Berlusconi, il classico caneaffettuoso che lecca sempre la mano del padrone con immutatoentusiasmo”.

brm/red

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su