Header Top
Logo
Mercoledì 22 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Legge elettorale: si’ a correzioni minime entro l’estate

colonna Sinistra
Mercoledì 22 maggio 2013 - 10:43

Legge elettorale: si’ a correzioni minime entro l’estate

(ASCA) – Roma, 22 mag – Al momento c’e’ un accordo sulla necessita’ di una ”norma di salvaguardia che consenta che in ogni caso non si torni a votare con questa legge elettorale. Per ora siamo su una norma di salvaguardia che oggi tutti hanno accettato come principio, ma su cosa ci sara’ scritto” in questa norma ”si discutera’ nei prossimi giorni. Troveremo una mediazione e spero con il consenso delle forze di opposizione”. Lo afferma il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Dario Franceschini, al termine del vertice di maggioranza a palazzo Chigi sulle riforme. ”Prima dell’estate si intende realizzare un significativo passo in avanti per le riforme e anche l’avvio di una legge costituzionale”, ha fatto sapere il capogruppo del gruppo Misto alla Camera, Pino Pisicchio, al termine del vertice. Per quanto riguarda la legge elettorale, sottolinea Pisicchio, si lavorera’ sempre entro l’estate ”sul minimo necessario per togliere gli aspetti indigeribili del porcellum e poi arrivare a una riforma”. Si sta discutendo, ha aggiunto ”degli aspetti legati alla clausola di salvaguardia”. C’e’ dunque ”un accordo a fare una riforma minimalista che ricostituzionalizzi il ‘Porcellum’ in tempi brevi, che metta in sicurezza il sistema elettorale nel caso in cui si vada al voto in tempi brevi”, ha spiegato il capogruppo del Pdl alla Camera, Renato Brunetta. int/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su