Header Top
Logo
Domenica 26 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Omofobia: Grasso, Stato riconosca e difenda diritti omosessuali (1upd)

colonna Sinistra
Venerdì 17 maggio 2013 - 12:35

Omofobia: Grasso, Stato riconosca e difenda diritti omosessuali (1upd)

+++”Tutela Lgbt e’ ultima frontiera dell’affermazione deidiritti umani – Abbandonare ideologie e preconcetti+++.

.

(ASCA) – Roma, 17 mag – ”Lo Stato si attivi non solo per ilriconoscimento, ma anche per la concreta protezione deidiritti degli omosessuali. E’ questo un terreno politicamentemolto controverso, ma che inevitabilmente le istituzionidemocratiche saranno chiamate ad affrontare nei prossimianni. La sfida che si porra’ innanzi alle istituzioniparlamentari e’ imparare ad affrontare con lucidita’ questedinamiche sociali, con uno spirito pragmatico e realisticoche sappia abbandonare le ideologie e i preconcetti”. Lo hadetto il presidente del Senato, Pietro Grasso intervenendo aPalazzo della Minerva a Roma, alla celebrazione dellaGiornata mondiale contro l’omofobia, cui hanno partecipatoanche la presidente della Camera, Laura Boldrini e ilministro per le Pari opportunita’, Josefa Idem.

Grasso, sottolineando come ”il dilagare delladiscriminazione sessuale o legata all’identita’ di genere siainversamente proporzionale al livello di tutela giuridicariconosciuto alle coppie omosessuali” ha ricordato come ”latutela dei diritti delle persone omosessuali, bisessuali etransessuali rappresenti l’ultima frontiera del lungopercorso storico che ha accompagnato l’affermazione e laprotezione dei diritti umani”.

Il presidente del Senato, rilevando come per affrontare laquestione dei diritti Lgbt sia necessario operare su piu’livelli, da quello sociale a quello istituzionale, ha quindiindicato quale primo livello di tutela, ”le proposte dilegge sul contrasto dell’omofobia e della transfobia cheanche nella legislatura in corso, come in quelle precedenti,sono state presentate nei due rami del Parlamento. Obiettivofondamentale di tali proposte che negli anni passati nonhanno mancato di sollevare un ampio ed animato confrontoparlamentare – ha puntualizzato Grasso – e’ quello diintervenire sulle norme esistenti per prevenire e reprimerein modo specifico anche chi commette o chi istiga acommettere atti di discriminazione per motivi fondatisull’omofobia e sulla transfobia”.

Ma altrettanto importante e’ anche incidere nel sentirecomune, sono ancora parole del presidente Grasso, perche”’al di la’ delle violenze fisiche, che ancora persistono, vie’ poi una violenza psicologica che quotidianamente continuaa perpetuarsi nei confronti delle persone LGBT; e’ laviolenza che nasce dai tanti piccoli e grandi pregiudizi cheancora oggi caratterizzano il pensiero sociale”. Ecco dunquela chiamata in causa della scuola, dell’educazione e dellasensibilizzazione scolastica oltre che familiare,dell’informazione. njb

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su