Header Top
Logo
Martedì 28 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Pd: Cofferati, nulla da dire su Epifani ma non si sceglie cosi’

colonna Sinistra
Lunedì 13 maggio 2013 - 10:52

Pd: Cofferati, nulla da dire su Epifani ma non si sceglie cosi’

(ASCA) – Roma, 13 mag – ”Il Pd ha fatto un passo indietrosul piano della democrazia interna. Un altro errore, chesepara il partito da iscritti ed elettori, e accentuera’ lacrisi. Se mettiamo insieme un Pd che si chiude e un governogia’ in difficolta’, siamo a una sorta di evaporazione di unaforza politica”. Lo afferma Sergio Cofferati, inun’intervista al Corriere della Sera.

”Nulla da obiettare sulla scelta di Guglielmo – rilevaCofferati – ma l’assemblea che lo ha eletto segna unarretramento molto preoccupante della vita democraticainterna al Pd. Bersani fu eletto con un milione e 600 milavoti. Epifani con 450”.

Distinguere la figura del segretario da quella delcandidato premier ”e’ ragionevole, accade in molti Paesieuropei – spiega l’ex leader della Cgil – quel che trovoprivo di qualsiasi traccia di buonsenso e’ distinguere lalegittimazione del segretario, eletto da un’area ristretta dipersone, com’e’ stato per Guglielmo, mentre il candidatopremier dovrebbe essere scelto con le primarie. Questadifferenza e’ distruttiva, perche’ mette le due figure su unpiano diverso nel rapporto con il nostro popolo. Non c’e’nessuna ragione per giustificarla, se non l’idea che ilpremier debba avere una legittimazione piu’ forte delsegretario del partito. Non va bene”.

red-fdv

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su