Header Top
Logo
Domenica 19 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Mafia: Grasso,con Manganelli nuovo corso indagini verso successi di oggi

colonna Sinistra
Lunedì 13 maggio 2013 - 19:26

Mafia: Grasso,con Manganelli nuovo corso indagini verso successi di oggi

(ASCA) – Roma, 13 mag – Antonio Manganelli ”era unpoliziotto, un poliziotto vero”, capace, con il suo intuitoe la sua determinazione di abbandonare le vecchie forme diinvestigazione per guardare al nuovo. ”Lui guardava avanti,verso investigazioni con elementi di novita’, con idee,tecniche investigative che avrebbero portato ai successi dioggi. Queste nuove tecniche, nuove metodologie, nuovetrecnologie, ma anche questa nuova mentalita’ hannocostituito un novum che e’ ancora di insegnamento oggi, chee’ ancora di insegnamento nella lotta contro la mafia”. Loha detto il presidente del Senato, Pietro Grasso in occasionedella presentazione del romanzo di Antonio Manganelli ‘Ilsangue non sbaglia’ edito dalla Rizzoli.

Anche questo romanzo, concluso a pochi giorni dalla morte,sottolinea Grasso, ”e’ un canto d’amore per quella polizia,amata sempre con tutto il cuore fino all’ultimo respiro, cherende l’uomo al servizio di tutti e servo di nessuno”.

”Antonio Manganelli era un eccezionale servitore dello Stato- aggiunge il presidente del Senato – nel senso di noncomune, per intelligenza, umanita’, onesta’, competenza ededizione” che in questo romanzo ”storia di verita’ e divita” ha voluto riversare quanto nella sua lunga esperienzalavorativa aveva maturato. ”Manganelli che aveva lavorato alfianco dei piu’ valorosi magistrati a cominciare da GiovanniFalcone e Paolo Borsellino, sapeva bene che l’indagine e’studio paziente, ricerca razionale della verita’, costanteesercizio del dubbio e che il bravo investigatore dubitasoprattutto si se stesso, ha il coraggio di mettere in dubbiopersino le convizioni a cui e’ approdato un attimo prima”Ecco, ”Antonio, attraverso questo romanzo sembra congedarsidalla vita con un atto d’amore verso chi l’ha condivisa conlui (‘a mia figlia Emanuela e a tutti i poliziotti’ e’ ladedica) – conclude Grasso – e’ per questo che mi piaceconcludere con le sue stesse parole: ‘Questo libro e’ unastoria d’amore, la storia d’ amore con un mondo, con unmestiere, con un modo di vivere, con una grande famiglia. Unastoria d’amore nasce ogni giorno e va oltre la vita’. Sonocerto che la sua storia di vita contribuira’ ad accompagnarepoliziotti migliori, uomini e donne migliori ”.

njb

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su