Header Top
Logo
Mercoledì 22 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Lavoro: Polverini, stupisce intervista Dell’Aringa. Altre le emergenze

colonna Sinistra
Sabato 4 maggio 2013 - 15:12

Lavoro: Polverini, stupisce intervista Dell’Aringa. Altre le emergenze

(ASCA) – Roma, 4 mag – ”Ho letto con un certo stuporel’intervista del Sottosegretario Dell’Aringa in cui sonoespresse una serie di proposte, dal fisco al reddito minimo,dalla formazione all’apprendistato senza dare, a mio avviso,una gerarchia precisa ai problemi che dobbiamo affrontare erisolvere, che non sia solo emergenziale”. Cosi’ RenataPolverini, deputato del Pdl, ha commentato l’intervistaconcessa dal sottosegretario Carlo Dell’Aringa al’Messaggero’. Secondo l’esponenete del Pdl, ”sussistonoquestioni che pesano negativamente ed in modo strutturale sulmondo del lavoro e che vanno assolutamente inseritenell’orizzonte di questa Legislatura altrimenti inutile. Miriferisco, per esempio, ai rendimenti previdenziali con iquali si dovranno confrontare gli attuali cinquantenni almomento di andare in pensione con poco piu’ del 50 %dell’ultimo stipendio o alle scarse prospettive occupazionalidei giovani a causa non solo della crisi economica, ma anchedi un’inadeguata formazione, anche scolastica”.

”Sicuramente – ha aggiunto – occorre fare i conti con lerisorse a disposizione e incentivare tutte le forme diaccesso all’occupazione, possibilmente stabile, a cominciaredall’apprendistato. Su questi temi, attendiamo il Governo inParlamento con proposte serie per avviare un approfonditoconfronto che non vorrei si svolgesse, in modo virtuale edinconcludente, sulle pagine dei giornali”. ”Nel frattempo- ha concluso Polverini- mi aspetto che ci siconcentri sul finanziamento della Cassa Integrazione inderoga e sulle necessarie garanzie da dare ai lavoratoriesodati che il Governo dei tecnici ha lasciato in unasituazione insostenibile. Ci sono molte idee sulle possibilicoperture economiche per fronteggiare queste emergenze ed e’bene che si scelga subito quale via intraprendere per darecertezza a 300mila lavoratrici e lavoratori salvaguardati ead altri 500mila probabilmente cassaintegrati”.

com-brm/vlm/ss

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su