Header Top
Logo
Martedì 28 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Governo: ok fiducia Camera, Lega Nord si astiene. Partita aperta su Commissioni

colonna Sinistra
Lunedì 29 aprile 2013 - 21:52

Governo: ok fiducia Camera, Lega Nord si astiene. Partita aperta su Commissioni

(ASCA) – Roma, 29 apr – Il governo Letta ha incassato la prima fiducia. Su 623 presenti, i si’ dell’Assemblea di Montecitorio sono stati 453, i no 153, 17 gli astenuti. Dal voto della Camera emerge un esecutivo sostenuto da tre grandi forze parlamentari: Partito democratico, Popolo della liberta’ e Scelta Civica per l’Italia. Con loro anche Centro democratico, il Movimento associativo italiani all’estero e le minoranze linguistiche. Ad esprimersi contro, come annunciato, sono stati invece il Movimento 5 Stelle, Sinistra e liberta’ e Fratelli d’Italia. La novita’ del giorno e’ stata l’astensione della Lega Nord. Questa la motivazione: ”Abbiamo apprezzato un piglio deciso, ultimativo e chiaro sulla parte delle riforme, finalmente”, ha spiegato il capogruppo alla Camera, Giancarlo Giorgetti, che ha aggiunto: ”Ci interessa essere protagonisti da subito e per i 18 mesi della stagione di riforme che si avvia con la Convenzione”. Domani si replica al Senato, dove si comincia alle 9 con il dibattito (‘chiama’ per il voto di fiducia previsto per le 13). Fiducia a parte, entra nel vivo la partita sulle presidenze delle commissioni che spetterebbero ai partiti di opposizione: Copasir, Vigilanza Rai, Giunta per le Autorizzazioni a procedere e Giunta per le elezioni. Appare strumentale, secondo i deputati del Movimento 5 Stelle, l’opposizione di Fratelli d’Italia, che mirerebbe ad accaparrarsi almeno una presidenza, forse quella del Copasir. E infatti Angelo Tofalo, deputato del Movimento Cinque Stelle, nel suo intervento in Aula ha ribadito la richiesta di affidare ai ‘grillini’ le presidenze della Vigilanza Rai e del Copasir, sottolineando che M5S e’ ”l’unica vera opposizione e non un’opposizione last minute” come Fratelli d’Italia o Sel, ”che fanno opposizione al padrone che li ha fatti eleggere”. Replica a stretto giro, in un battibecco in Transatlantico con Alessandro Di Battista, la capogruppo di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni: ”Se avessi avuto un problema di poltrone me ne stavo nel Pdl”, spiega senza giri di parole, aggiungendo che ”non si puo’ dire che stiamo all’opposizione per avere le presidenze, dirlo e’ intellettualmente disonesto”. E comunque ”ancora non ci siamo occupati di presidenze, e’ giusto che vi spettino ma poi vedremo quali”. L’ex ministro avverte cosi’ M5S: ”Se non vi vogliono dare il Copasir prendetevela con chi non ve la vuole dare, non certo con noi”. Dal canto suo, Giorgetti ha spiegato che alla Lega Nord ”non interessano le presidenze di Copasir e Vigilanza Rai”. Un’apertura verso il Movimento 5 Stelle e’ arrivata da tre senatori del Pd Laura Cantini, Mauro Del Barba ed Andrea Marcucci, che in una nota hanno precisato come ”la presidenza della commissione di vigilanza Rai debba andare alla principale forza di opposizione”, perche’ ”non si cambia una regola acquisita per timore del Movimento 5 stelle”. ceg/vlm

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su