Header Top
Logo
Giovedì 29 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Napolitano: imperdonabile la mancata riforma della legge elettorale

colonna Sinistra
Lunedì 22 aprile 2013 - 17:16

Napolitano: imperdonabile la mancata riforma della legge elettorale

(ASCA) – Roma, 22 apr – ”Negli ultimi anni, a esigenzefondate e domande pressanti di riforma delle istituzioni e dirinnovamento della politica e dei partiti – che si sonointrecciate con un’acuta crisi finanziaria, con una pesanterecessione, con un crescente malessere sociale – non si sonodate soluzioni soddisfacenti: hanno finito per prevalerecontrapposizioni, lentezze, esitazioni circa le scelte dacompiere, calcoli di convenienza, tatticismi estrumentalismi. Ecco che cosa ha condannato alla sterilita’ oad esiti minimalistici i confronti tra le forze politiche e idibattiti in Parlamento. Quel tanto di correttivo einnovativo che si riusciva a fare nel senso della riduzionedei costi della politica, della trasparenza e della moralita’nella vita pubblica e’ stato dunque facilmente ignorato osvalutato: e l’insoddisfazione e la protesta verso lapolitica, i partiti, il Parlamento, sono state con facilita’(ma anche con molta leggerezza) alimentate e ingigantite dacampagne di opinione demolitorie, da rappresentazioniunilaterali e indiscriminate in senso distruttivo del mondodei politici, delle organizzazioni e delle istituzioni in cuiessi si muovono. Attenzione : quest’ultimo richiamo che hosentito di dover esprimere non induca ad alcunaautoindulgenza, non dico solo i corresponsabili deldiffondersi della corruzione nelle diverse sfere dellapolitica e dell’amministrazione, ma nemmeno i responsabili ditanti nulla di fatto nel campo delle riforme. Imperdonabileresta la mancata riforma della legge elettorale del 2005.

Ancora pochi giorni fa, il Presidente Gallo ha dovutoricordare come sia rimasta ignorata la raccomandazione dellaCorte Costituzionale a rivedere in particolare la normarelativa all’attribuzione di un premio di maggioranza senzache sia raggiunta una soglia minima di voti o di seggi”.

Lo ha detto il Presidente della Repubblica GiorgioNapolitano nel suo discorso di investitura.

gar/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su