Header Top
Logo
Venerdì 24 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Quirinale: Guzzetta, chiederemo referendum elezione diretta Presidente

colonna Sinistra
Venerdì 19 aprile 2013 - 12:47

Quirinale: Guzzetta, chiederemo referendum elezione diretta Presidente

(ASCA) – Roma, 19 apr – ”Dopo cinquanta giorni di paralisidelle istituzioni, gli scontri politici di queste oresull’elezione del nuovo Capo dello Stato – dichiara ilcostituzionalista Giovanni Guzzetta – dimostranodrammaticamente l’indeguatezza di un sistema in cui unadecisione cosi’ importante per il Paese viene rimessa,anziche’ alla chiara scelta dei cittadini, come avviene inFrancia o negli Stati Uniti, a veti incrociati dei franchitiratori, a faide nei e tra i partiti o a opache trattativetra correnti. Il nostro parlamentarismo e’ alla paralisi econtagia ormai anche le modalita’ di selezione del Capo delloStato. Con il paradosso che al momento dell’elezione vengonofuori nomi frutto, anziche’ di una vera indicazione da partedegli italiani, di reciproche esclusioni da parte dei gruppiinterni al Palazzo. Nei prossimi giorni sara’ costituito uncomitato promotore per il presidenzialismo, a partiredall’iniziativa, lanciata gia’ alcuni mesi fa, sul sitowww.scegliamocilarepubblica.it. Chiedero’ a tutti isottoscrittori di quell’appello ed a quanti altri vorrannounirsi a noi di partecipare a questa battaglia per evitareche la nostra democrazia si avviti in convulsioni sempre piu’drammatiche aprendo la strada ad esiti imprevedibili, di cuigia’, purtroppo, ci sono preoccupanti avvisaglie”.

”L’Italia non ha bisogno ne’ di impotenza ne’ diperonismo, ma di una democrazia decidente e trasparente, incui viga il principio della responsabilita’ politicainnanzitutto personale”. Come emerso anche dal documento deisaggi nominati dal Presidente Napolitano e’ opportuno chescelte cosi’ fondamentali, quale quella presidenziale, sianoassunte mediante referendum popolare, come altre volte e’accaduto nella storia Repubblicana. Il Comitato – aggiungeGuzzetta – promuovera’ un’iniziativa di legge costituzionalepopolare perche’ questo referendum possa svolgersi il primapossibile.

Si tratta di una riforma troppo importante per il Paese. Ede’ evidente ormai che le contorsioni di un sistema politicoparalizzato non permetteranno mai che ad essa si giunga senzauna forte spinta popolare. Una democrazia impotente nonpotra’ mai affrontare efficacemente le gravi questioni cheaffliggono ormai drammaticamente il Paese, a cominciare dallacrisi economica che, per l’Italia, trova le proprie radiciproprio nei sessanta anni di impotenza clientelare delsistema politico”.

com/vlm

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su