Header Top
Logo
Martedì 27 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Lega Nord: mozione a Senato, dopo Colle crisi si affronti in Aula (1upd)

colonna Sinistra
Martedì 16 aprile 2013 - 14:19

Lega Nord: mozione a Senato, dopo Colle crisi si affronti in Aula (1upd)

+++Scelta civica, dopo nuovo Capo dello Stato sosterremo vialavoro commissioni – Sel, Carroccio patetico, cominci a darei nomi dei suoi designati+++.

.

(ASCA) – Roma, 16 apr – La Lega Nord ha presentato al Senatouna mozione sulla crisi economica e politica del Paese conuna articolata serie di proposte formulate anche alla lucedel lavoro dei saggi, ma soprattutto proponenedo che subitodopo l’elezione del Presidente della Repubblica siano le Auledi Camera e Senato a discuterne, by-passando la questionedella costituzione delle commissioni. Ad annunciarlo e’ statoil senatore del Carroccio Roberto Calderoli al termine dellaconferenza dei capigruppo di Palazzo Madama dove e’ statadepositata la mozione.

”Dopo aver visto discutere in tutte le sedi proprie e nonproprie portiamo in Aula al Senato la discussione suiproblemi del Paese – spiega Calderoli -. Noi abbiamoformulato precise proposte, con soluzione formulate anchealla luce del lavoro dei saggi. Sia il Parlamento a dibatteresul merito. E’ il tentativo di una strada parlamentare diverifica se ci puo’ essere un governo e una maggioranza chepossa sostenerlo. La mozione sara’ calendarizzata dallaprossima capigruppo di Palazzo Madama”.

Di fatto la porposta del Carroccio e’ un modo per superarelo scoglio della formazione del governo per affrontare nelmerito la crisi, ma che politicamente ‘sorpassa a sinistra’anche il Movimento 5 stelle, che continua a chiedere lacostituzione delle commissioni, indipendentementedall’esecutivo, per esaminare le norme su crisi e riforme.

”Trovo la proposta della Lega Nord molto suggestiva -commenta il capogruppo di Scelta civica, Mario Mauro – noiabbiamo sempre sostenuto che non si poteva lavorare con lecommissioni perche’ mancava il governo. Oggi si propone diportare in Aula tutto cio’ che dovrfebbe essere esaminatodalla commissioni. C’e’ una contraddizione nel metodo. Aquesto punto Scelta civica all’indomani dell’elezione delnuovo Capo dello Stato dara’ il via libera affinche’ si avviiil lavoro delle commissioni. Per formarle c’e’ sempre ilmetodo d’Hont usato anche per le commissioni nella Ue”.

Fortemente critica anche la capogruppo Loredana De Petrisdi Sel. ”Noi siamo stati favorevoli da sempre allacostituzione delle commissioni e da sempre abbiamosollecitato la loro formazione – ricorda -. Fatto ilPresidente della Repubblica cominci la Lega Nord a dare inomi dei loro senatori per le commissioni, visto che e’proprio il Carroccio, insieme a Gal e Pdl a non desiganre ipropri rappresentanti. Trovo patetico che la Lega voglialavorare con le mozioni e continui a non dare i suoidesignati. Si facciano le commissioni e si cominci alavorare”.

”Se entriamo poi nel merito la mozione del Pdl toccal’universo mondo – aggiunge Mauro – c’e di tutto e di piu’.

Cominciamo allora punto per punto a partire dal primo, quellosul superamento del fiscal compact. Per noi ben venga,entriamo nel merito, e cosi’ potremo vedere anche quali sonole contraddizioni interne delle coalizioni”.

njb

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su