Header Top
Logo
Martedì 21 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Crisi: Bonanni a Monti, niente da rimproverarci. Paese privo di governo

colonna Sinistra
Lunedì 15 aprile 2013 - 10:31

Crisi: Bonanni a Monti, niente da rimproverarci. Paese privo di governo

(ASCA) – Roma, 15 apr – ”Non so cosa si possa rimproverare aimprenditori e sindacati, quando e’ noto che nelle fabbriche,nei luoghi di produzione in genere si lavora moltissimo, matutto quello che si fa viene frantumato da tutto cio’ che nonfunziona fuori dai luoghi di lavoro. Penso all’energia, pensoalle infrastrutture, penso alle tasse che bruciano le risorsenon solo dei lavoratori, ma dell’intera comunita’, perche’non circolando denaro si abbattono i consumi e quindil’economia si ‘ammazza’ da sola”. Cosi’ il segretariogenerale della Cisl, Raffaele Bonanni, risponde al premier,Mario MOnti che aveva criticato l’atteggiamento di imprese esindacati.

‘Non so cosa dovremmo rimproverarci – sottolinea Bonanni aRai Radio1 -, abbiamo fatto accordi di produttivita’, abbiamomigliorato gli orari, abbiamo fatto molto e molto ovviamentepossiamo ancora fare, ci siamo ripromessi di miglioraresempre piu’ le produzioni pur di avere salari migliori,pero’, parliamoci chiaro: e’ come una corsa della staffetta:il primo corre a piu’ non posso, lascia la staffetta, ma sel’altro la afferra male non corre alla stessa velocita’, sibrucia tutta la corsa acquisita. Questa e’ la realta’italiana, e’ inutile che si faccia finta di non capire, e sibutta la croce sui lavoratori e sull’impresa”. ”Il problema vero – continua Bonanni – e’ che il Paese e’privo di un Governo perche’ le forze politiche si stannotrastullando, anche a causa di una campagna elettorale che haanticipato i temi della legislatura e ora siamo impantanatisu questo. Devono darci un governo, a noi non interessa chetipo di governo fanno, ma devono farlo. I lavoratori e leimprese lanciano l’allarme che la vera ricchezza del paese e’la produzione, e per questa produzione, che significaoccupazione e benessere, devono darci un governo, altrimentii mercati bruciano tutti gli sforzi che facciamo. I salarisono bassi, e non puo’ essere altrimenti vista la scarsaproduttivita’ di sistema, e il costo fiscale enorme, Noichiediamo un governo, lo chiederemo con molta forze nelleprossime giornate”.

red/glr

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su