Header Top
Logo
Venerdì 23 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Camera: Boldrini, auguri a Ingrao. Mia presidenza si ispira anche a lui

colonna Sinistra
Lunedì 15 aprile 2013 - 18:27

Camera: Boldrini, auguri a Ingrao. Mia presidenza si ispira anche a lui

(ASCA) – Roma, 15 apr – Sala delle Colonne, Camera deideputati, giornata di festeggiamenti per Pietro Ingrao inoccasione dei suoi 98 anni. ”Rivolgo gli auguri piu’calorosi a Ingrao e ringrazio il centro per la riforma delloStato per aver promosso questa iniziativa. L’incontro dioggi, dedicato alla poesia, al cinema e alla politica, e’certamente il modo migliore per festeggiare una persona cheoltre ad essere uomo di stato e figura di assoluto rilievonella politica e nella cultura del nostro paese, e’ un uomopervaso da una passione straordinaria per la vita, dallacuriosita’ e dall’interesse vivo per l’altro”. Lo ha dettoLaura Boldrini, presidente della Camera dei deputati, aprendoil pomeriggio in onore di Pietro Ingrao. ”Discende dalla suapersonalita’ la versatilita’ dei mezzi espressivi:letteratura, poesia, saggistica e cinema. Ma voi capite beneche nel prepararmi a questo incontro – ha continuato Boldrini- i miei pensieri e la mia ricerca sono andati soprattutto aIngrao presidente della Camera dal 1976 al 1979. Conosco leistituzioni: ho lavorato per tanti anni per l’Onu. Ma sonoalla mia prima esperienza politica e parlamentare. Sono stataimmediatamente proiettata in una funzione che mi onora e micarica di responsabilita’ superiori a quelle che io potevoimmaginare”. Nel continuare il suo discorso, la presidente della Cameraha fatto riferimento ad alcune analogie tra l’oggi e ilperiodo della presidenza della Camera di Ingrao: ”Persvolgere bene il mio compito ho certamente bisogno diconsigli e suggerimenti e non ce ne e’ uno migliore di quelloche puo’ venire dall’esperienza. Anche allora, era il ’76 conpresidente della Camera Ingrao, il voto consegno’ un panoramaparlamentare del tutto inedito e anche allora c’era unadifficile crisi economica oltre a un clima critico nellapubblica opinione contro il sistema politico e contro quellache i radicali cominciarono a definire la partitocrazia.

Ingrao vide bene tutto questo e parlo’ di centralita’ delParlamento fedele ai principi costituzionali. L’esattocontrario di un palazzo autoreferenziale e chiuso in sestesso”. Boldrini ha chiuso il suo intervento citando unepisodio della presidenza Ingrao che l’ha particolarmentecolpita: ”Il 10 febbraio del ’78 su invito del Consiglio difabbrica, Ingrao ando’ a celebrare il trentennale dellaCostituzione, tra gli operai in un capannone delle acciaieriedi Terni. E disse in quell’occasione: ‘Ho tenuto questaassemblea in un capannone e se paragono, non solofisicamente, all’assemblea cui partecipo a Montecitorio,seduto sul mio seggio, come sono diverse l’aria, i volti, leesperienze. Forse abbiamo bisogno tutti di intrecciare questeassemblee”’. Annota in conclusione la presidente dellaCamera: ”Quel giorno Ingrao ha portato il Parlamento tra glioperai, tra le persone in carne ed ossa. La’ dove vorreianche io che la Camera dei deputati si recasse piu’ spesso,anche per ricevere dai racconti di tante vite linfa nuova perla sua cruciale missione. A questo messaggio, aquell’esperienza, cerchero’ di ispirarmi. Intanto ancoratanti auguri a Ingrao”.

gar/vlm

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su