Header Top
Logo
Martedì 28 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Riforme: maggioranza saggi boccia ipotesi semipresidenzialismo

colonna Sinistra
Venerdì 12 aprile 2013 - 14:00

Riforme: maggioranza saggi boccia ipotesi semipresidenzialismo

(ASCA) – Roma, 12 apr – ”Il Gruppo di lavoro ha discussodell’alternativa tra forma di governo parlamentarerazionalizzata ed elezione diretta del Presidente dellaRepubblica secondo il modello semipresidenziale. Si trattacertamente di due forme di governo democratiche, ciascunadelle quali, con i necessari contrappesi istituzionali, puo’assicurare equilibrio tra i poteri e garanzia per i dirittidei cittadini. In modo prevalente (3 componenti a 1), ilGruppo di lavoro ha ritenuto preferibile il regimeparlamentare ritenendolo piu’ coerente con il complessivosistema costituzionale, capace di contrastare l’eccesso dipersonalizzazione della politica, piu’ elastico rispetto allaforma di governo semipresidenziale”. E’ quanto si leggenella relazione finale del Gruppo di Lavoro sulle riformeistituzionali, istituito il 30 marzo 2013 dal Presidentedella Repubblica, Giorgio Napolitano, composto da MarioMauro, Valerio Onida, Gaetano Quagliariello, LucianoViolante.

Il governo sempresidenziale, si legge ancora nel testopubblicato sul sito del Quirinale, ”non prevede infatti unaistituzione responsabile della risoluzione della crisiperche’ il Presidente della Repubblica e’ anche Capodell’Esecutivo.

L’esperienza italiana, specie quella piu’ recente, ha invecedimostrato l’utilita’ di un Presidente della Repubblica che,essendo fuori da l conflitto politico, possa esercitare apieno titolo le preziose funzioni di garante dell’equilibriocostituzionale”.

”Il componente del Gruppo che ha sostenuto l’opzionesemipresidenziale, ha invece sottolineato come l’attualegrave crisi del nostro sistema istituzionale richieda unariforma piu’ profonda che, proprio grazie all’elezionediretta del Presidente, garantisca una forte legittimazionedemocratica e, al contempo, un’adeguata capa cita’ didecisione. In questa prospettiva – si legge ancora nellarelazione di 29 pagine – ha fatto rilevare che, in questafase della vita politica, l’elezione diretta del Presidentedella Repubblica sia piu’ efficace nel fronteggiare la crisidi legittimazione della politica, rafforzando la democrazia,coniugando rappresentativita’ ed efficienza istituzionale”.

red/vlm

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su