Header Top
Logo
Lunedì 27 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Lavoro: saggi, rifinanziare ammortizzatori e affrontare tema esodati

colonna Sinistra
Venerdì 12 aprile 2013 - 14:33

Lavoro: saggi, rifinanziare ammortizzatori e affrontare tema esodati

(ASCA) – Roma, 12 apr – I sei ‘saggi’ del gruppo di lavoro inmateria economico-sociale ed europea hanno individuato 11proposte principali, a cominciare dal destinare qualunquesopravvenienza finanziaria all’emergenza lavoro e al sostegnodelle persone e delle famiglie in grave difficolta’economica. Accanto a questo e’ necessario rifinanziare gliammortizzatori sociali in deroga ed affrontare la gravequestione dei cosiddetti esodati. Fra le proposte consegnateoggi al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano,anche il riconoscimento di un credito d’imposta ai lavoratoria bassa retribuzione (fra i quali e’ maggiore la quota digiovani), che si trasformi in sussidio monetario se eccedel’imposta dovuta. Indispensabile poi, secondo il gruppo dilavoro, favorire il lavoro femminile, potenziando, tral’altro, il telelavoro e gli strumenti per migliorare laconciliazione dei tempi di lavoro e di cura familiare erealizzare l’alternanza scuola lavoro, anche per gliuniversitari. Vengono, inoltre, proposti modi perstabilizzare e ampliare l’agevolazione fiscale della”retribuzione di produttivita”. Altra proposta avanzata dai ‘saggi’ e’ la definizione delnuovo ISEE (indicatore della situazione economicaequivalente), gia’ all’esame dalla Conferenza Stato Regioni,da cui dipendono molti benefici e prestazioni sociali. Nellarelazione si sollecita poi ad emanare i decreti attuativi delCasellario dell’assistenza gia’ previsto dalla legge al finedi meglio identificare i destinatari degli interventi edevitare distorsioni dovuta al cumulo delle prestazioni.

Infine, dal gruppo di lavoro arriva la proposta di valutarele diverse ipotesi relative all’eventuale introduzione di unreddito minimo di inserimento, da inserire in un quadrocomplessivo di revisione dell’assistenza. Infine la necessita’ di migliorare le relazioniindustriali disciplinando la rappresentativita’ sindacale, lapartecipazione dei lavoratori nell’impresa, ecc. e favorendosul piano fiscale l’azionariato dei lavoratori. Accanto aqueste misure, il gruppo di lavoro ha affrontato anche iltema del potenziamento dell’istruzione ed il capitale umanoindividuando due misure concrete. In primo luogo sono statiproposti modi per contrastare il grave fenomenodell’abbandono scolastico e sostenere il diritto allo studio.

Inoltre vengono suggerite misure per promuovere ladigitalizzazione delle scuole e la cultura dei ”datiaperti”.

brm/sam/alf

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su