Header Top
Logo
Giovedì 23 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Province: Saitta, con taglio 1,2 mld a rischio sicurezza strade e scuole

colonna Sinistra
Venerdì 5 aprile 2013 - 12:54

Province: Saitta, con taglio 1,2 mld a rischio sicurezza strade e scuole

(ASCA) – Roma, 5 apr – ”Se verra’ confermato il taglio di1,2 miliardi di euro, saranno a rischio la sicurezza didecine di migliaia di km di strade provinciale e di migliaiadi edifici scolastici, dove non potremo piu’ garantireservizi e manutenzione”.

Lo dichiara il Presidente dell’Upi, Antonio Saitta,sottolineando come ”anche ieri, nell’incontro con ilMinistro Grilli, abbiamo ribadito che la situazione per leProvince e’ del tutto insostenibile. Non siamo in grado direggere un taglio di 1,2 miliardi per quest’anno, abbiamogia’ sopportato negli ultimi tre anni manovre pesantissimeche hanno ridotto i bilanci all’osso. Facciamo un appello alParlamento nel quale siedono tanti rappresentanti deiterritori italiani e conoscono bene il lavoro che le provinceassicurano su servizi essenziali per i cittadini: tuttichiedono strade e scuole sicure, il Governo ci taglia unmiliardo e duecento milioni che avremmo destinato adinterventi indispensabili su questi settori”.

Saitta aggiunge: ”abbiamo avuto una gestione virtuosa deibilanci, visto che, come attesta la Corte dei Conti, lenostre spese correnti, quelle che servono a mandare avanti lamacchina amministrativa, sono scese del – 6,12%, nonostante itagli drammatici e nonostante il crollo delle entrate, che e’stato di – 14%. Vogliamo che sia chiaro che se non siinterviene a modificare questa situazione, sono a rischiotutti i servizi che eroghiamo, e anche gli stipendi per ilpersonale. Il Parlamento – ricorda Saitta – nelle ultimesedute della scorsa legislatura, aveva votato all’unanimita’due ordini del giorno nel quale si riconosceva che lasituazione dei tagli alle Province era sproporzionata einiqua e si impegnava il Governo ad intervenire per risolverequesta grave ingiustizia. Chiediamo – conclude il Presidentedell’Upi – che questo impegno sia rispettato e che si prendaatto della necessita’ di intervenire subito”.

com/rus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su