Header Top
Logo
Sabato 24 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Lavoro: Zaia, Governo garantisca ammortizzatori sociali

colonna Sinistra
Giovedì 4 aprile 2013 - 16:33

Lavoro: Zaia, Governo garantisca ammortizzatori sociali

(ASCA) – Venezia, 4 apr – ”Anche nel Veneto sara’ allarmesociale se il Governo non provvedera’ con urgenza a garantireadeguatamente la copertura degli ammortizzatori sociali chedanno sostegno al reddito dei lavoratori, in particolaredelle piccole imprese artigiane e non, che sono in mobilita’o in cassa integrazione in deroga. Il Governo ancora incarica e il Parlamento appena eletto devono agire subito ebene per impedire il collasso del tessuto sociale eproduttivo”. Con queste parole Luca Zaia, Presidente della Regione Veneto,un territorio che negli ultimi anni ha visto aumentarecostantemente le richieste di CIG in deroga per le aziende edi mobilita’ in deroga per i lavoratori, condivide e siaffianca alle preoccupate dichiarazioni di Vasco ErraniPresidente della Conferenza delle Regioni e di GianfrancoSimoncini responsabile del coordinamento degli assessoriregionali che hanno denunciato come finisca con il prossimogiugno la copertura degli ammortizzatori sociali assegnatidal Governo alle Regioni con fondi decisamente inferiori aquanto richiesto dalle regioni stesse. ”Vanno rispettati il senso e la lettera – aggiunge Zaia -dell’intesa sottoscritta tra Stato e Regioni per il 2013sugli ammortizzatori sociali. Anche il recente stanziamentodi oltre 25 milioni di euro ottenuto nei giorni scorsi per ilVeneto non ci permettera’ di andare oltre il prossimo giugnocon la copertura, a fronte di richieste che aumentanoconsistentemente e che evidenziano lo stato crescente dicrisi economica e tensione sociale”. Alla fine del 2012, ricorda il Presidente della RegioneVeneto, nella regione erano 61.612 i lavoratori coinvoltinelle 10.814 domande di cassa integrazione in deroga mentreerano 13.017 i lavoratori veneti coinvolti nella mobilita’ inderoga. Nel primo trimestre 2013 le richieste delle aziende allaRegione Veneto di autorizzazione alla CIG in deroga sonostate di 347 milioni di euro a fronte dei 90 milioni di eurodel periodo corrispondente nel 2012. ”Si tratta – sottolinea Zaia – di un indubbio segnale dimaggior allarme economico e sociale, anche se possiamoragionevolmente prevedere sulla scorta degli anni passati chel’utilizzo effettivo della CIG in deroga sara’ del 20-22%”.

Per quanto riguarda la mobilita’ in deroga le domandearrivate nel primo trimestre 2013 sono state 2400 (per 19,2milioni di euro) a fronte delle 2160 del trimestrecorrispondente del 2012 (per 12,8 milioni di euro di risorsecorrispettive). fdm/rus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su