Header Top
Logo
Lunedì 27 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Governo: Meloni-Crosetto-La Russa, legge elettorale e poi voto

colonna Sinistra
Martedì 2 aprile 2013 - 20:08

Governo: Meloni-Crosetto-La Russa, legge elettorale e poi voto

(ASCA) – Roma, 2 apr – ”Si puo’ essere piu’ o meno d’accordocon la scelta dei ‘saggi’ fatta dal Presidente Napolitano.

Cio’ che conta oggi e’ stabilire quale sia la via miglioreper uscire dal tunnel in cui si e’ infilata l’Italia. E laprima risposta e’ un no: non e’ l’amabile discussione di unadecina tra tecnici e politici intorno ai problemi dellanazione, mentre continua a governare un esecutivo bocciato danove italiani su dieci. Comprendiamo e apprezziamo lemotivazioni del Capo dello Stato di voler far decantare ildibattito politico in attesa di eleggere il suo successore,ma la scelta divenuta piu’ chiara col passar delle ore divoler mantenere in sella la truppa di Mario Monti,francamente, ci precipita nella frustrazione. Pieta’, basta.

Gli italiani non ne possono piu’ di lui, con uncentrosinistra dilaniato e diviso tra la riproposizione diBersani e la prospettiva di Renzi, probabile in caso di nuoveelezioni”. Lo scrivono in un editoriale pubblicato sul sitowww.fratelli-italia.it i fondatori del movimento GiorgiaMeloni, Guido Crosetto e Ignazio La Russa. ”Che cosa devefare – proseguono – il centrodestra? Ma, soprattutto, checosa e’ nell’interesse dell’Italia, visto che ognuno stapensando solo ai fatti suoi? Con serenita’ e con quel pizzicodi lucida follia che hanno portato alla nascita di Fratellid’Italia, noi lo diciamo con forza, anche fregandocene dellenostre poltrone da deputato: una legge elettorale, una data.

Questo e’ nell’interesse dell’Italia. Non un tavolo di saggialla ricerca di compromessi al ribasso sui temi piu’importanti, ne’ la condanna ‘fine pena mai’ al governo diMario Monti. Si elegga al piu’ presto il nuovo Capo delloStato, si voti una sola legge, quella sulla riformaelettorale, cosi’ da abolire i listini bloccati e garantireil premio di maggioranza alla coalizione vincente, poi subitoal voto. Magari approfittando del breve spazio parlamentareper abolire l’Imu sulla prima casa, dato che a parole siamotutti d’accordo. Spetta solo agli italiani decidere ilproprio destino. Non ai tecnici o ai saggi: agli italiani.

Tutto il resto e’ noia (Ciao Califfo…)”.

com-gar/mau/ss

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su