Header Top
Logo
Venerdì 24 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Diritti tv: Pg, o Berlusconi a Roma per votare oppure visita fiscale

colonna Sinistra
Sabato 16 marzo 2013 - 10:56

Diritti tv: Pg, o Berlusconi a Roma per votare oppure visita fiscale

+++Per la pubblica accusa va chiarito l’impedimento delleader Pdl+++.

(ASCA) – Milano, 16 mar – E’ ancora scontro tra pubblicaaccusa e difesa al processo d’appello sui diritti tv diMediaset. Ed e’ ancora una volta la richiesta di rinvio perlegittimo impedimento dell’imputato Silvio Berlusconi (gia’condannato in primo grado a 4 anni), presentata dal sostitutoprocessuale di Niccolo’ Ghedini e Piero Longo (entrambi aRoma per le votazioni dei presidenti di Camera e Senato), ascatenare la polemica. Secondo il sostituto pg, LauraBertole’ Viale, va chiarito meglio l’impedimento chegiustifica l’assenza del leader Pdl. Perche’ delle due l’una:”Un conto e’ se deve andare a votare a Roma – ha detto inaula la rappresentante della pubblica accusa – un conto e’ seil suo impedimento e’ legato a motivi di salute allora inquel caso chiedo la visita fiscale”. Per la difesa Berlusconi, che ha anche chiesto di bloccareil processo dopo il ricorso presentato in Cassazione per’legittimo sospetto’ nutrito dall’imputato nei confrontigiudici milanesi, la nomina dei vertici del nuovo Parlamentorappresenta ”un momento essenziale per lo scenariopolitico” e dunque un impedimento che il collegio dovrebbeconsiderare legittimo. I giudici della Corte d’Appello presieduti da AlessandraGalli si sono dunque ritirati in Camera di Consiglio perdecidere se accogliere la richiesta della difesa e percio’predisporre un rinvio oppure se respingerla e andare avanticon i lavori processuali.

fcz/fdv

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su