Header Top
Logo
Martedì 23 Maggio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Governo: Uilm, esecutivo in tempi brevi per superare recessione

colonna Sinistra
Venerdì 15 marzo 2013 - 13:15

Governo: Uilm, esecutivo in tempi brevi per superare recessione

(ASCA) – Roma, 15 mar – ”Cio’ che sta cambiando e’ il mododi sentire e praticare la cittadinanza”. Ancora un giudiziosugli effetti della consultazione elettorale sulla primapagina di ”Fabbrica societa”’, il giornale deimetalmeccanici della Uil, da domani mattina on line. ”Dopo il voto politico del 25 febbraio – si leggenell’editoriale firmato dal direttore, Antonello Di Mario -che ha registrato anche la piu’ alta astensionedell’elettorato alle urne nel periodo repubblicano, e’ufficialmente cambiato il paradigma per cui i cittadinipartecipano alle attivita’ politiche e sociali: e’ diminuitol’obbligo morale che ha finora caratterizzato l’atto del votoed e’ subentrata la possibilita’ che l’impegno politico sipuo’ praticare prescindendo dai partiti. Insomma, ilcoinvolgimento politico e sociale inizia ad essere fortementeinfluenzato dalle aggregazioni delle attivita’ che gliindividui compiono in rete. Cio’ d’ora in poi costituira’ undato che ogni associazione rappresentativa d’interessi dovra’tener conto”.

La richiesta della Uilm rispetto alle consultazioni per laformazione di un nuovo esecutivo, che inizieranno martedi’prossimo, e’ decisa: ”Per quanto ci riguarda abbiamochiesto, e continuiamo a farlo – si legge a questo proposito- la formazione di un governo in tempi brevi, perche’ occorreuscire dalla recessione che sta impoverendo il Paese. Almomento reagiamo nell’unico modo che ci e’ consentito, cioe’facendo buoni accordi per i lavoratori attraverso una sanaattivita’ contrattuale. Abbiamo sottoscritto l’8 marzo ilcontratto specifico di primo livello per 86mila lavoratori diFiat, dopo quello firmato con Federmeccanica lo scorso 5dicembre relativo a piu’ di un milione e mezzo di addetti.

Siamo impegnati sui tavoli a cui siedono rispettivamente leCooperative (15mila lavoratori) e Unionmeccanica Confapi(200mila metalmeccanici) per dare una soluzione positivaanche a queste vertenze contrattuali”.

red/glr

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su