Header Top
Logo
Lunedì 20 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Sud: Profumo e Passera presentano bandi sviluppo imprese, pronti 256 mln

colonna Sinistra
Mercoledì 13 marzo 2013 - 16:32

Sud: Profumo e Passera presentano bandi sviluppo imprese, pronti 256 mln

(ASCA) – Roma, 13 mar – Potenziare le infrastrutture diricerca delle Universita’ e degli Enti Pubblici di Ricercanelle Regioni della Convergenza (Sicilia, Calabria, Puglia eCampania); elaborare progetti di innovazione della Pa pergarantire servizi di elevata qualita’ ai cittadini; sostenerela competitivita’ delle imprese, anche a livello di start up,attraverso quattro iniziative di ricerca e innovazione. Sonoqueste le direttrici attraverso cui si articolano i trebandi, del valore complessivo di 256,5 milioni di euro,presentati oggi dai ministri Francesco Profumo e CorradoPassera. Lo comunica, in una nota, il ministerodell’Istruzione, Universita’ e Ricerca. Attraverso questi bandi, aggiunge la nota, Miur e Misehanno individuato una serie di interventi in grado disostenere la competitivita’ delle imprese e il sistema dellaricerca pubblica e privata nel Mezzogiorno. Le risorse adisposizione sono quelle del Piano di Azione e Coesione – acui Miur e Mise hanno aderito nel corso del 2012 – elaboratodal governo per velocizzare la spesa dei Fondi Strutturali afavore delle Regioni della Convergenza, indirizzandoli versoobiettivi piu’ coerenti con l’attuale situazione di crisisocio-economica. ”L’investimento, di oltre 250 milioni – spiega ilministro dell’Istruzione, dell’Universita’ e della Ricerca,Francesco Profumo – e’ finalizzato a un nuovo modello disviluppo, piu’ solido e duraturo per il Paese. Con i bandiprecommerciali si intende dare centralita’ alla Pa, intesacome driver dell’innovazione. Partendo dalle sue richieste,sollecitate dai cittadini, vogliamo generare nuovi prodotti einnovazione di sistema”. ”Con gli investimenti nelle infrastrutture del sistemadella ricerca invece – continua – si intende portareinnovazione tecnologica e di processo nella filiera dellaformazione. Infine, sia il Miur che il Mise si impegnano asostenere la competitivita’ di nuove imprese in settorifortemente strategici per l’Italia, quali la valorizzazione egestione dei grandi dati, l’uso di tecnologie ditali per lavalorizzazione del nostro patrimonio culturale, e lavalorizzazione di innovazione in ambito sociale”. ”Per la prima volta in Italia – conclude Profumo – si faun investimento anche in luoghi di contaminazione trastudenti di discipline diverse, per promuovere la cultura,l’imprenditorialita’ e l’innovazione”. ”Oggi, grazie alla collaborazione tra Mise e Miur -dichiara il ministro dello Sviluppo economico, Infrastrutturee Trasporti Corrado Passera – abbiamo fatto un importantepasso in avanti sul sostegno alla competitivita’ delletantissime aziende, in particolar modo Pmi, che operano nelSud e ogni giorno investono sul fronte della tecnologia edella ricerca. Mettere al centro l’innovazione, avvicinareconcretamente l’universita’ all’impresa, sviluppareinfrastrutture tecnologiche all’avanguardia, e’ la priorita’per riprendere la strada della crescita”. ”In questo senso – continua – nel corso di quest’annoabbiamo costruito una normativa organica e di respiro perrendere l’Italia un Paese piu’ accogliente per le impresestartup. Nel giro di poche settimane, sono gia’ piu’ di 300le startup registrate. E’ la dimostrazione della voglia difare e di innovare che c’e’ nel nostro Paese e su cui bisognacontinuare a investire”.

com/rus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su