Header Top
Logo
Martedì 21 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Rue wiertz: Pittella, unione fiscale non basta, Ue sia Stato federale

colonna Sinistra
Sabato 9 marzo 2013 - 17:56

Rue wiertz: Pittella, unione fiscale non basta, Ue sia Stato federale

(ASCA) – Roma, 9 mar – ”Il 2012 e’ stato un anno di svoltaper l’Europa. I leader europei, a partire da Angela Merkel,quasi di malavoglia e passo dopo passo, si sono convinti cheper salvare l’euro non ci sia altra strada che quelladell’Unione politica con la costruzione degli Stati Unitid’Europa. Ma l’Europa unita, se e quando si fara’, non potra’essere soltanto un’unione fiscale e monetaria, ma dovra’essere un vero e proprio Stato federale in grado di assumeresu di se’, almeno in parte, i debiti degli Stati nazionaliper evitare che un euro in prestito costi venti di volte dipiu’ in Grecia che in Germania, capace di emettere attraversoun proprio Tesoro federale gli Eurobond e di farsi promotricedi una seria riforma del sistema monetario internazionale,per evitare una eccessiva e repentina rivalutazione dell’eurorispetto al dollaro e alla altre monete”. E’ quanto dichiarain una nota Gianni Pittella, vicepresidente vicario delParlamento europeo.

”Un’Europa che non si puo’ arrendere al trionfo dellafinanza e che deve fare le proposte necessarie per assicurareuna corretta circolazione del traffico finanziario nonche’attuare politiche che creino occupazione. La politicaneoliberista fatta finora, prima l’austerita’ e poi lacrescita, si e’ dimostrata sbagliata. Bisogna tornare aKeynes che l’aveva capovolta: sono gli investimenti a crearerisparmio, reddito e lavoro – sottolinea Pittella -.

Pensare una nuova idea di Europa richiede un grande sforzo diimmaginazione: bisogna abbandonare la convinzione che non cisia rimasto altro che il tentativo, ormai quasi disperato, diconciliare un minimo di coesione sociale con la flessibilita’tanto amata dai mercati”.

”Il 15 marzo alle 21, all’Auditorium Parco della Musicadi Roma presentero’ il mio ultimo libro scritto a 4 mani dame e dal giornalista Elido Fazi, ”Breve storia del futurodegli Stati Uniti d’Europa”. Il libro ripercorre gliavvenimenti piu’ importanti del 2012 – come il ConsiglioEuropeo del 28 e 29 giugno 2012 che ha tracciato le linee diquello che dovrebbe essere l’assetto futuro dell’Ueprevedendo un’unione bancaria, di bilancio, economica e poiun’unione politica – e prova a immaginare lo sviluppo futurodel progetto europeo”, conclude Pittella.

per/vlm

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su