Header Top
Logo
Sabato 24 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Caso Ruby: Berlusconi malato, si allungano tempi per sentenza

colonna Sinistra
Venerdì 8 marzo 2013 - 16:45

Caso Ruby: Berlusconi malato, si allungano tempi per sentenza

(ASCA) – Milano, 8 mar – L’uveite che ha colpito Silvio Berlusconi potrebbe rallentare il cammino dei processi che si celebrano a Milano a carico dell’ex presidente del consiglio. E’ gia’ successo con il caso Ruby che vede Berlusconi sul banco degli imputati per concussione e prostituzione minorile. Oggi doveva essere il giorno della requisitoria del procuratore Ilda Boccassini. Ma i giudici sono stati costretti a prendere atto delle condizioni di salute del Cavaliere, ricoverato in mattinata all’ospedale San Raffaele, e accettare la richiesta di legittimo impedimento presentata dai suoi avvocati con allegato il certificato medico che attesa una malattia di 7 giorni. A nulla e’ servito l’intervento in aula della rappresentante della pubblica accusa, convinta che una malattia non costituisca un impedimento ”assoluto” e comunque tale da giustificare uno slittamento. Il verdetto del Tribunale e’ arrivato dopo una riunione-fiume in camera di consiglio: tutto rinviato a lunedi’ prossimo. Polemico Niccolo’ Ghedini, che avrebbe voluto un rinvio di una settimana: ”Ci vuole un po’ di rispetto per chi sta male”. E’ facile a questo punto ipotizzare che lo stesso provvedimento venga riproposto lunedi’. L’unica certezza, per il momento, e’ che si allungano i tempi per la sentenza, fino a oggi prevista per lunedi’ 18 marzo. Lo stesso scenario rischia di ripetersi domani nel processo d’appello sui diritti tv di Mediaset, con l’ex premier imputato per frode fiscale dopo essere gia’ stato condannato in primo grado a 4 anni. In questo caso il verdetto definitivo e’ in calendario per sabato 23 marzo. Ma sul tavolo del collegio presieduto da Alessandra Galli e’ gia’ arrivata un’istanza di legittimo impedimento per malattia firmata dal pool di legali del leader Pdl, chiamati proprio domani a prender la parola in aula per le loro arringhe difensive. Un eventuale accoglimento della richiesta provocherebbe uno slittamento dei tempi processuali e un allontanamento della sentenza per Berlusconi. fcz/mar/ss

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su