Header Top
Logo
Sabato 25 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Elezioni: Cesa, esito voto pesante ma dobbiamo restare uniti e ripartire

colonna Sinistra
Giovedì 7 marzo 2013 - 11:34

Elezioni: Cesa, esito voto pesante ma dobbiamo restare uniti e ripartire

(ASCA) – Roma, 7 mar – ”Non possiamo e non vogliamo certonasconderci dietro un dito: per noi l’esito del voto e’ statopesante e deludente, molto deludente. Su questo dobbiamoessere molto onesti ed anche molto lucidi. Dovremo sapernetrarre le conseguenze”. Lo afferma il segretario dell’Udc,Lorenzo Cesa, durante il Consiglio nazionale del partito.

”Quello che ritengo indispensabile pero’, per il bene ditutti, di tutto il partito, – continua Cesa – non e’ solofermarci all’analisi cruda dei risultati elettorali e alleconseguenze che un risultato cosi’ negativo ha avuto edavra’. Quello che serve soprattutto, secondo me, e’ partireda queste analisi per trovare il modo migliore per rimetterciin piedi e tornare ad avere un ruolo importante nellapolitica italiana. Siamo tutti consapevoli che la situazionee’ difficilissima. Sappiamo anche pero’ che sono altissime leprobabilita’ che questo risultato negativo venga azzeratomolto presto e ci venga offerta una nuova possibilita’ nelgiro di pochi mesi. Quello che e’ uscito dalle urne e’ unrisultato che rende praticamente impossibile la formazione diuna maggioranza politica stabile. Il Pd non vuole parlare conil Pdl e Grillo non vuole parlare con nessuno. E’ chiaro chedi fronte alla crisi economica del Paese questo stallo nonpuo’ durare e quindi le probabilita’ di un rapido ritorno alvoto sono elevate”. ”Per cui l’invito che faccio a tutti noi davvero con ilcuore e’ uno solo: oggi e nei prossimi giorni possiamo faretutto, criticarci, discutere, confrontarci anche aspramente.

Quello che non possiamo permetterci assolutamente e’dividerci, dare all’esterno la sensazione che non siamouniti, perdere la nostra unita’ interna: i piccoli che sidividono – e oggi il voto ci ha restituito la fotografia diun partito piccolo – scompaiono. Discutiamo tra di noi, maevitiamo di farci ancora piu’ male sui giornali. Quello e’autolesionismo e non e’ cio’ che serve. Anche perche’sappiamo tutti che dobbiamo cambiare. Quindi cerchiamo difarlo insieme. Se rimaniamo uniti e lucidi sono convinto chei margini di ritornare ad avere presto, anche molto presto,una possibilita’ ed un ruolo importante da giocare ci sianotutti. Anche perche’ sappiamo bene che quell’1,8% non e’ unrisultato del tutto sincero”, prosegue Cesa. com-ceg/cam/rob

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su