Header Top
Logo
Giovedì 23 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Salute: Balduzzi, non tutto il potere a ministri economia in tempi crisi

colonna Sinistra
Lunedì 4 marzo 2013 - 19:13

Salute: Balduzzi, non tutto il potere a ministri economia in tempi crisi

(ASCA) – Roma, 4 mar – Il problema della sostenibilita’ deisistemi sanitari in tempi di crisi, ”non puo’ essereriservato ai Ministri dell’Economia e delle Finanze, ne’ neisingoli Stati membri, ne’ a livello europeo”: lo ha detto ilministro della Salute, Renato Balduzzi, intervenendo oggi aDublino, al Consiglio informale dei Ministri della salutedell’Unione europea sul problema dell’impatto della crisieconomica sulle politiche della salute. ”La sostenibilita’ di un sistema – ha spiegato – e’strettamente legata alla fiducia dei diversi attori nelsistema stesso e nella sua capacita’ di reggere alle sfide,che in sanita’ sono quelle dell’invecchiamento dellapopolazione, della cronicita’, delle aspettative di cura edelle nuove tecnologie”. Tuttavia, ha proseguito ilMinistro, ”affinche’ ci sia fiducia occorre che lacomunicazione delle risposte alla crisi sia molto attenta”:”Non bisogna parlare di tagli, ma di riorganizzazione, nondi minor spesa, ma di migliore spesa, non di superamentodell’universalismo, ma di universalismo piu’ solidale, in cuichi ha di piu’ paghi molto di piu’, ma tutti, e soprattutto ipiu’ deboli e fragili, siano garantiti e aiutati”. IlMinistro Balduzzi ha rilevato che sono tre le strade dapercorrere: ”Lotta agli sprechi e alla inappropriatezzaclinica e organizzativa; autonomismo responsabile;investimenti in prevenzione, materia nella quale l’Italia e’il fanalino di coda in Europa, anche se, in realta’, laprevenzione e’ molto forte perche’ all’impegno pubblico vaaggiunta una miriade di iniziative e di impegni a livello divolontariato e di no profit”. Balduzzi ha infine propostouna considerazione circa il modo con cui il tema dellasostenibilita’ viene affrontato a livello di Consiglio deiMinistri dell’Unione europea, rilevando che questo tema ”nonpuo’ essere riservato ai Ministri dell’Economia e delleFinanze, ne’ nei singoli Stati membri, ne’ a livelloeuropeo”: ”Diversamente tutto cio’ che ho detto sullafiducia e sulla necessita’ di non comunicare tagli, mariorganizzazione in funzione di un piu’ elevato livello ditutela della salute, sarebbe contraddetto in modoclamoroso”.E ha accennato alla riunione dell’Ecofin didomani in Grecia: ”Se domani l’Ecofin decide che lasostenibilita’ dei sistemi sanitari e’ competenza dei soliMinistri dell’Economia, tutto cio’ di cui si e’ discusso quia Dublino e’ vano”.

red/mpd

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su