Header Top
Logo
Martedì 27 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Idv: Costantini, azzerare tutto e cambiare davvero. Subito a congresso

colonna Sinistra
Lunedì 4 marzo 2013 - 14:49

Idv: Costantini, azzerare tutto e cambiare davvero. Subito a congresso

(ASCA) – L’Aquila, 4 mar – Carlo Costantini, capogruppo Idvin Consiglio regionale d’Abruzzo, candidato alla Camera con”Rivoluzione civile”, ha deciso di assumersi ”laresponsabilita’ di rappresentare al prossimo Esecutivonazionale Idv del 10 marzo prossimo le aspettative di tuttiquelli che – amministratori, iscritti o semplicisimpatizzanti – mi hanno detto di starci e di volerci stare,ma ancora per poco ed a condizioni ben precise”. ”Non l’hodeciso perche’ me lo hanno chiesto – dice Costantini – L’hodeciso perche’ lo condivido e perche’ ormai e’ ora chequalcuno si assuma il compito di rompere gli indugi e di farcapire a tutti che occorre cambiare davvero e che occorrefarlo subito. Non alla fine dell’anno – ammonisce – quandosaremo rimasti qualche decina e l’Italia sara’ cambiata persempre, dopo averci visto semplici spettatori. Il congressova fatto subito; domani. Qualsiasi incertezza o titubanzaverrebbe interpretata a ragione come il tentativo di unaelite di sopravvivere a tutto, anche ai cambiamenti epocaliche stiamo vivendo”. Costantini ha preparato un documentoche, una volta pubblicato ”potra’ essere liberamentecontaminato dal contributo di tutti” e che, dopo una rapidaillustrazione, ”chiedero’ venga messo a votazionenell’Esecutivo del 10 marzo”. ”E’ la prima di una serie diiniziative – anticipa poi – che mettero’ in campo perraggiungere dall’interno di un partito gli stessi risultatiche altri vogliono ottenere al di fuori dei partiti. IPartiti possono cambiare e l’Idv, in particolare, devecambiare – esorta Costantini – e l’unico modo per farlo e’azzerando tutto, senza esclusioni e deroghe!”. Nelfrattempo, considerato che ”la partita congressuale e’ gia’iniziata e che le regole non si cambiano in corsa”,l’esponente Idv ha chiesto a tutti i colleghi dell’Ufficio diPresidenza ”non solo di non modificare neppure di unavirgola le attuali regole statutarie (dunque, dal mio puntodi vista il Notaio gia’ convocato per martedi p.v.

puo’ anche evitare di venire in sede), ma anche di dimettersitutti insieme a me dalla carica, in occasione della prossimariunione”. ”Nessuno ci impedira’ di gestire solol’ordinaria amministrazione – puntualizza – nell’attesa che,in poche settimane, un congresso straordinario ci restituiscauna linea politica, delle ferree regole di comportamento e dipartecipazione ed una leadership”. ”Andare oltre vorrebbedire avere gia’ deciso non solo la data del nostro funerale,ma anche dove saremo seppelliti! – conclude – E noi che nonabbiamo paura del nostro passato, che anzi rivendichiamo conorgoglio, non possiamo neppure avere paura di vivere gia’ dadomani il nostro futuro”. iso

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su