Header Top
Logo
Domenica 19 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Governo: Grillo a Wired, destra e sinistra alleati con Passera premier

colonna Sinistra
Lunedì 4 marzo 2013 - 10:54

Governo: Grillo a Wired, destra e sinistra alleati con Passera premier

(ASCA) – Roma, 4 mar – ”Destra e sinistra erano gia’ alleatiprima con Monti. Lo saranno ancora con un altro presidentedel consiglio: Corrado Passera”. A parlare e’ Beppe Grilloche, in una intervista pubblicata oggi in esclusiva sul sitodi Wired Italia e sulla versione iPad del numero di marzo delmensile, pronostica il prossimo candidato premier. L’autoredel colloquio e’ Andrea D’Addio, un giornalista italiano chevive a Berlino e che nei giorni scorsi aveva intervistato ilcomico genovese anche per il quotidiano tedesco Bild.

Grillo, a dispetto del referendum online propostosull’euro, dice a Wired di essere ”a favore di un’Europaunita, ma che sia moderna, che parli la stessa lingua e nonundici differenti come accade al parlamento europeo”. Ilcomico genovese parla anche di un’Europa che ”non puo’essere fondata su parole come spread e obbligazioni, ma sutemi comuni. Un’Europa che abbia anche un fisco unificato”.

Il leader del Movimento 5 Stelle cerca anche ditranquillizzare i mercati e gli investitori stranieri sullapossibile ingovernabilita’ dell’Italia: ”Il Movimento 5Stelle portera’ un’ondata di legalita’ e rispetto per lalegge che fara’ bene all’Italia. Tutti gli imprenditoristranieri, francesi come tedeschi, saranno i benvenuti epotranno investire potendosi finalmente sentire piu’ tutelatie garantiti”.

Infine, un giudizio severo su Monti: ”Ha toccato irisparmi di famiglie che ora non possono andare avantiperche’ non hanno soldi. Come puo’ essere questo il benedell’Italia e, quindi, anche il bene dell’Europa? Io sono afavore che l’Italia si ricompri il proprio debito estero dapaesi come Francia e Germania e negozi nuovamente il tassod’interesse. In realta’ l’Italia e’ gia’ fallita. Fra un annonon avremo i soldi per pagare le pensioni e gli stipendi deidipendenti pubblici. C’e’ poco da salvare”. red-ceg/sam/rob

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su