Header Top
Logo
Venerdì 17 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Province: Upi, servono riforme. Centrale la questione costi politica

colonna Sinistra
Giovedì 28 febbraio 2013 - 16:55

Province: Upi, servono riforme. Centrale la questione costi politica

(ASCA) – Roma, 28 feb – ”Il Paese ha bisogno di riformeimportanti e la questione dei costi della politica e’centrale”. Lo dice il presidente dell’Upi, Antonio Saitta,al termine della riunione dell’Ufficio di Presidenza dell’Upiche si e’ svolto oggi a Roma, ribadendo come ”su questo temaci sia bisogno di portare all’attenzione dei cittadini edelle istituzioni il quadro reale della situazione”.

”L’importante e’ che qualunque decisione si prenda siastabilita non sull’onda della propaganda ma partendo dai datireali – aggiunge – che sono a disposizione di tutti,facilmente reperibili anche nel web. Per questo abbiamodeciso di predisporre alcuni dossier importanti da inviare ainuovi eletti in Parlamento, su alcuni temi cruciali, daicosti delle istituzioni locali e nazionali alle spese per gliuffici periferici dello Stato, fino al tema che da sempresolleviamo, dell’enorme spreco di spesa pubblicarappresentata dalle miriadi di enti, consorzi, aziende esocieta’ strumentali”. ”Il costo della politica, cioe’ le indennita’ deipolitici,- sottolinea Saitta – e’ di 439 milioni di euro peril Parlamento, 800 milioni di euro per le Regioni, 556milioni di euro per i Comuni e 104 milioni di euro per leProvince. Nel bilancio delle Province, questa vocerappresenta lo 0,9% del totale, 104 milioni di euro sugli 11miliardi complessivi, che sono utilizzati per garantire aicittadini la gestione dei servizi essenziali”. ”La spesa pubblica complessiva del Paese nel 2012 -ricorda il presidente dell’Upi – e’ stata di 805 miliardi dieuro. Di questa, la spesa delle Province rappresenta 1,3% (11miliardi), quella delle Amministrazioni centrali il 17,5%(141 miliardi), quella delle Regioni il 20% (182 miliardi),il 38% e’ la spesa per la previdenza (311,7 miliardi), il10,6% sono gli interessi sul debito (86 miliardi) e il 9,6%la spesa dei Comuni (73,3 miliardi)”.

com/mpd

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su