Header Top
Logo
Martedì 28 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Governo: Amato, unica soluzione e’ esecutivo di minoranza

colonna Sinistra
Giovedì 28 febbraio 2013 - 14:25

Governo: Amato, unica soluzione e’ esecutivo di minoranza

(ASCA) – Roma, 28 feb – ”Quante volte era stato detto che,continuando sulla sola strada intrapresa, si sarebbe minatala coesione sociale? Il risultato elettorale italiano cispiega esattamente che cosa questo significa. Nonnecessariamente turbolenze sociali, ma prima o poi uncambiamento del panorama politico, con milioni e milioni dicittadini che dicono basta e che si affidano non piu’ allaragionevolezza dei ragionevoli, ma a chi il loro basta locondivide e lo amplifica. Specie quando -va aggiunto-scandali e piccole e grandi ruberie concorrono ad alimentaresfiducia e discredito (magari anche a danno di chi non limerita). Siamo a questo punto in Italia e il Parlamento chene e’ uscito e’ un Parlamento a tre punte, che vanno tutte indirezioni diverse”. Lo scrive Giuliano Amato in uneditoriale che compare oggi su ”l’Unita”’. ”C’e’ una viadi uscita – prosegue – un modo di evitare l’ingovernabilita’e quindi un ritorno immediato alle urne com’e’ capitato inGrecia? Un governo fondato su un patto pre-costituito dimaggioranza sembra ad oggi improbabile. Certo, molti italianisarebbero contenti se il Capo dello Stato riuscisse aconvincere i responsabili delle tre punte ad accantonare ledifferenze maggiori in nome dell’interesse nazionale e acondurle verso un programma ridotto ma robusto per poterlorealizzare. Non e’ pero’ un’impresa facile e molte ragioni, onon ragioni, militano nel renderla forse impossibile. Ovecosi’ fosse, non resterebbe che il governo di minoranza, chela maggioranza se la va a cercare presentandosi inParlamento”. Conclude l’ex premier: ”Quando cio’ si rende inevitabile,la figura alla quale e’ meglio affidarsi – dicono i manuali-e’ quella del presidente del Senato, la cui legittimazioneistituzionale lo abilita appunto ad andare in Parlamentosenza avere alle spalle un patto di maggioranza. Subito dopole elezioni, pero’, neppure questa strada e’ praticabile,giacche’ il presidente del Senato deve essere ancora eletto elo si dovrebbe spostare il giorno dopo la sua stessaelezione, rendendo cosi’ piu’ apparente che reale lalegittimazione insita nella sua carica. E allora l’unicalegittimazione che rimane, per tentare il governo diminoranza, e’ quella proveniente dagli elettori, che va a chie’ arrivato primo alle elezioni”.

com-gar/sam/bra

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su