Header Top
Logo
Lunedì 27 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Elezioni: Grillo, italiani non votano mai a caso

colonna Sinistra
Martedì 26 febbraio 2013 - 16:08

Elezioni: Grillo, italiani non votano mai a caso

(ASCA) – Roma, 26 feb – ”Gli italiani non votano a caso,queste elezioni lo hanno ribadito, scelgono chi lirappresenta”. E’ quanto scrive sul suo blog il leader delMovimento 5 Stelle, Beppe Grillo.

”In Italia ci sono due blocchi sociali. Il primo, chechiameremo blocco A, e’ fatto da milioni di giovani senza unfuturo, con un lavoro precario o disoccupati, spessolaureati, che sentono di vivere sotto una cappa, sotto uncielo plumbeo come quello di Venere. Questi ragazzi -aggiunge Grillo – cercano una via di uscita, voglionodiventare loro stessi istituzioni, rovesciare il tavolo,costruire una Nuova Italia sulle macerie. A questo bloccoappartengono anche gli esclusi, gli esodati, coloro chepercepiscono una pensione da fame e i piccoli e mediimprenditori che vivono sotto un regime di polizia fiscale echiudono e, se presi dalla disperazione, si suicidano”.

”Il secondo blocco sociale, il blocco B, e’ costituito dachi vuole mantenere lo status quo, da tutti coloro che hannoattraversato la crisi iniziata dal 2008 piu’ o meno indenni,mantenendo lo stesso potere d’acquisto, da una gran parte didipendenti statali, da chi ha una pensione superiore ai 5000euro lordi mensili, dagli evasori, dalla immane cerchia dichi vive di politica attraverso municipalizzate,concessionarie e partecipate dallo Stato. L’esistenza diquesti due blocchi – rimarca Grillo – ha creato un’asimmetriasociale, ci sono due societa’ che convivono senza comunicaretra loro. Il gruppo A vuole un rinnovamento, il gruppo B lacontinuita’. Il gruppo A non ha nulla da perdere, i giovaninon pagano l’IMU perche’ non hanno una casa, e non avrannomai una pensione. Il gruppo B non vuole mollare nulla, haspesso due case, un discreto conto corrente, e una buonapensione o la sicurezza di un posto di lavoro pubblico. Siprofila a grandi linee uno scontro generazionale, nel qualeal posto delle classi c’e’ l’eta”’.

”Chi fa parte del gruppo A ha votato in generale per ilM5S, chi fa parte del gruppo B per il Pld o il pdmenoelle.

Non c’e’ nessuno scandalo in questo voto. E’ pero’ un voto ditransizione. Le giovani generazioni – sottolinea – stannosopportando il peso del presente senza avere alcun futuro enon si puo’ pensare che lo faranno ancora per molto. Ognimese lo Stato deve pagare 19 milioni di pensioni e 4 milionidi stipendi pubblici. Questo peso e’ insostenibile, e’ undato di fatto, lo status quo e’ insostenibile, e’ possibilealimentarlo solo con nuove tasse e con nuovo debito pubblico,i cui interessi sono pagati anch’essi dalle tasse. E’ unamacchina infernale che sta prosciugando le risorse delPaese.

Va sostituita con un reddito di cittadinanza”.

vlm

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su