Header Top
Logo
Venerdì 17 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Lombardia: test decisivo per asse Pdl-Lega Nord, nel 2010 era al 56%

colonna Sinistra
Venerdì 22 febbraio 2013 - 17:11

Lombardia: test decisivo per asse Pdl-Lega Nord, nel 2010 era al 56%

(ASCA) – Milano, 22 feb – Le elezioni regionali in Lombardiahanno un peso che supera i confini regionali e coinvolgel’intero scacchiere politico italiano. In palio, nellatornata elettorale di domenica e lunedi’, non c’e’ soltantola presidenza e il governo della Regione piu’ produttivad’Italia.

Il risultato del voto in Lombardia avra’ ripercussionianche sul prossimo governo nazionale: e’ la conseguenza delpremio di maggioranza che al Senato scatta su base regionalee che assegna 26 seggi di Palazzo Madama alla colazionevincitrice in una regione dove, per effetto dei suoi quasi 10milioni di abitanti, vengono eletti complessivamente 47senatori. Gli assetti nell’aula del Senato, insomma,dipendono in larga misura dall’esito del voto lombardo. La Lombardia rappresenta inoltre un test moltosignificativo per misurare il peso dell’asse Pdl-Lega Nordnella sua tradizionale roccaforte elettorale. I numeriparlano chiaro: 3 anni fa, alle elezioni regionali del 2010,Roberto Formigoni conquisto’ per la quarta volta consecutivala presidenza dopo aver ottenuto piu’ del 56% dei voti deilombardi e aver schiacciato l’avversario Filippo Penati al33%. Replicare questi numeri rappresenta un’impresa titanicaper la coalizione di centrodestra che per la prima voltacandida al Pirellone un uomo della Lega Nord. Percentrosinistra, che schiera l’avvocato 40enne UmbertoAmbrosoli, la conquista della Lombardia rappresenterebbe laspallata definitiva al centrodestra dopo l’elezione diGiuliano Pisapia a sindaco di Milano. La posta in gioco, insomma, e’ altissima. Gli ultimisondaggi disponibili (vecchi ormai di quasi due settimane)prefiguravano un testa a testa Ambrosoli-Maroni. I dueprotagonisti della campagna elettorale piu’ importantedell’ultimo ventennio hanno a loro disposizione ancora pocheore per convincere gli ultimi indecisi. Poi scattera’ ilsilenzio elettorale e bisognera’ aspettare il tardopomeriggio di martedi’ per avere un quadro chiaro del futuropolitico della Lombardia. fcz/mau/rl

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su