Header Top
Logo
Martedì 27 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Lazio: Berlusconi e Storace siglano il ”contratto per la salute”

colonna Sinistra
Mercoledì 20 febbraio 2013 - 15:29

Lazio: Berlusconi e Storace siglano il ”contratto per la salute”

(ASCA) – Roma, 20 feb – ”Con Berlusconi stiamo combattendouna battaglia politica. Senza secondi fini. La salute e’ undiritto e non un debito: per noi le persone sono un valore,mentre per Bondi e Monti sono un numero e un costo. E perquesto noi proporremo un referendum affinche’ la RegioneLazio si liberi dal commissariamento”. Parole di FrancescoStorace, candidato del centrodestra per la presidenza dellaRegione Lazio, che oggi ha siglato con il leader del Pdl,Silvio Berlusconi, un ”contratto per la salute”, cheimpegna la coalizione di centrodestra sul tema della sanita’nella Regione. Nel centro congressi dell’IFO-Regina Elena – ospedale cheStorace ha ricordato di aver aperto, ”questo ospedale lo hoaperto io a differenza di Zingaretti” che al San CamilloForlanini ”era ospite” quando ha presentato il piano per lasanita’ con Pierluigi Bersani – e’ stato dunque sottoscrittoun patto con i cittadini del Lazio per dire no alcommissariamento sulla sanita’, un vero contratto che portain calce le firme di Berlusconi e Storace. ”Caro Silvio siamo qui per un atto politicamenterilevante – ha spiegato Storace – questo contratto testimoniache da parte nostra c’e’ la responsabilia’ e questa e’ unagrande conquista” ricordando che fu il governo Prodi acommissariare il Lazio e questo ha comportato ”tagliindiscriminati e l’ultimo commissariamento e’ statodevastante perche’, per Bondi e Monti, le persone sononumeri. Per noi no” ha aggiunto il candidato.

Come si legge nel contratto, ”In caso di vittoria dellacoalizione di centrodestra alle elezioni politiche eregionali del Lazio, Silvio Berlusconi si impegna aidentificare specifici strumenti economici diversi dalcommissariamento che garantiscano piena sovranita’ allaRegione in materia” nel contratto si parla di ”rivedere leripartizioni del fondo sanitario nazionale in maniera datener conto delle specificita’ di Roma della Regione Lazionell’ambito delle esigenze sanitarie nazionali einternazionali e a sbloccare i crediti riconoscendo leragioni creditarie alle imprese fornitrici di beni servizialla Regione Lazio”. Il contratto si conclude con l’impegno ”a sviluppare unmodello virtuoso con il pieno recupero di tutte le sinergietra enti erogatori, siano essi pubblici, privati accreditatie privati, premiando meritocrazia ed efficienza”. EBerlusconi ha sottolineato quanto siano scontenti e distantioggi i cittadini anche in materia di diritto alla salute edalla sanita’ si deve ricominciare ”per questo ci siamoimpegnati in questo accordo con Storace”. bet/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su