Header Top
Logo
Lunedì 23 Ottobre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Sanita’: Comm. Errori, nessun diktat su ospedale Maresca in Campania

colonna Sinistra
Lunedì 18 febbraio 2013 - 20:06

Sanita’: Comm. Errori, nessun diktat su ospedale Maresca in Campania

(ASCA) – Roma, 18 feb – Dell’ospedale Maresca di Torre delGreco, la Commissione d’inchiesta su errori e disavanzisanitari ”si e’ occupata incidentalmente nell’ambito dellarelazione finale approvata il 22 gennaio, dove ha illustratomodalita’, stato di attuazione ed effetti del decreto n. 49del 2010 di riordino della rete ospedaliera della regioneCampania. Ivi e’ previsto che tale presidio sia riconvertitoin struttura ospedaliera ad indirizzo riabilitativo e possaospitare una Struttura Polifunzionale per la Salute (SPS),mentre le unita’ operative per acuti confluiranno nellastruttura di Boscotrecase”. E’ quanto si legge in una notadiffusa dall’organismo parlamentare, a seguito delledichiarazioni dell’on. Aniello Formisano sul ruolo che laCommissione avrebbe svolto a proposito della destinazionedell’ospedale campano.

”La Commissione, che non ha titolo per pronunciarsi sullescelte di merito di destinazione del nosocomio, di esclusivacompetenza della regione – prosegue la nota – ha preso attodella rimodulazione del cronoprogramma decisa dal commissariodella ASL Na 3 Sud, limitandosi pertanto a descriverel’attuale configurazione del presidio, ed auspicando alcontempo che si attivi quanto prima il previsto punto hospicecon 12 posti letto, per garantire assistenza a pazientibisognosi di cure palliative in quella che risulta essere unadelle ASL piu’ popolose del territorio nazionale.

La Commissione ha altresi’ sottolineato che, ai sensidella legge n. 38 del 2012, e del successivo AccordoStato-regioni del 25 luglio 2012, occorre la sollecitaistituzione del Coordinamento Regionale per le curepalliative e la terapia del dolore, contestualmenteall’attivazione, presso ogni ASL, di una Unita’ OperativaCentralizzata di Cure Palliative: tutti gli indicatoriministeriali confermano, infatti, che la Regione Campania e’l’ultima regione italiana per numero di hospice attivi e dimedici palliativisti, a fronte della sempre crescenteincidenza delle patologie tumorali e del numero di pazientioncologici che muore in ospedale nei reparti di degenzaordinaria o per acuti”.

”Occorre, infine, precisare, che non spetta comunque allaCommissione, ne’ tantomeno al suo Presidente, AntonioPalagiano, esprimere indirizzi o diktat sulla destinazionefunzionale degli ospedali, che puo’ essere decisa solo daicompetenti organi regionali ed aziendali. La Commissione,come puo’ evincersi da tutti i documenti approvati in corsodi legislatura, valuta, piuttosto, gli effetti del piano diriordino ospedaliero nel piu’ generale contesto dell’analisidel piano di rientro dal disavanzo sanitario e semprenell’ottica del contemperamento tra esigenze di bilancio,razionalizzazione della spesa e dell’offerta sanitaria, edeffettiva tutela del diritto alla salute della popolazioniinteressate”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su