Header Top
Logo
Giovedì 23 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Lazio: turismo volano di crescita, i programmi di Zingaretti e Storace

colonna Sinistra
Venerdì 15 febbraio 2013 - 17:38

Lazio: turismo volano di crescita, i programmi di Zingaretti e Storace

(ASCA) – Roma, 15 feb – ”Il turismo e’ una risorsastrategica per rilanciare il Lazio. Bisogna migliorare laqualita’ dei servizi e rispondere ai bisogni dei turisti conpunti informativi e di accoglienza turistica sempre piu’innovativi e migliorando le infrastrutture”. Il programma diNicola Zingaretti, candidato del centrosinistra per lapresidenza della Regione Lazio, parla chiaro e scommette sulturismo per il rilancio dell’economia e dell’occupazione.

Del resto – come spiegato da Zingaretti nell’arco delleultime settimane nel corso della sua campagna elettorale – ilPIL turistico del Lazio rappresenta circa l’11% del Pilnazionale del settore (6,7 miliardi di euro). Un potenzialeancora non sufficientemente sviluppato e, per renderepienamente competitivo il sistema turistico del Lazio,occorre – a parere del candidato – affrontare i deficit diinfrastrutture, qualita’ dei servizi e diversificazionedell’offerta della nostra Regione. Solo cosi’ si potra’tornare a crescere e riconquistare quote di mercato nellesfide della competizione globale. Dunque promozione congiuntadell’offerta turistica di Roma e del Lazio e strumenti perfavorire la diversificazione e la destagionalizzazionedell’offerta turistica, senza dimenticare l’innovazionetecnologica, la creazione e la messa in rete di servizi web,call center, rete dei punti informativi e di accoglienzaturistica, guardando ad un nuovo Piano Triennale del turismoagganciato alla programmazione dei fondi comunitari. PerZingaretti e’ necessario un aggiornamento della Legge quadrosul turismo e dei relativi regolamenti attuativi ed un tavolopermanente sul turismo per mettere in rete la Regione, glienti locali e le imprese. Nel programma non poteva mancarel’attenzione a favorire la nascita di reti d’impresa perrilanciare il turismo e la blue economy e allo sviluppo dellavocazione crocieristica del porto di Civitavecchia.

Anche Francesco Storace, candidato del centrodestra allapresidenza della Regione Lazio, punta sul comparto, ”suimille tesori su cui investire e che offrono opportunita’ dilavoro a tante aziende e ai nostri giovani. L’Italia nelmondo e’ sinonimo di cultura e di turismo. Il Lazio forse loe’ ancora piu’.

Nella nostra regione, in ogni angolo del territorio, c’e’almeno un luogo che sembra concepito e creato per essereammirato da chi visita la nostra terra”. Nelle intenzioni diStorace, turismo e cultura torneranno a essere uno dei motoriprincipali dello sviluppo laziale, con investimenti mirati eutilizzando al massimo le risorse messe a disposizionedell’Unione europea. Turismo, nel Lazio, si pronuncia”turismi”. Tra gli impegni migliorare la qualita’ delleacque marittime per incrementare il flusso turistico, anchepassando per l’istituzione di una Cabina di regia del Mareche, vista la trasversalita’ dei temi trattati dall’impresaal turismo ai trasporti all’ambiente, sara’ uno strumentoimportante per elaborare le strategie di sviluppo del settoree del territorio, nonche’ il nuovo Piano della Costa. Aproposito di costa, per Storace occorre aprire una parentesisulla vicenda dell’isola di Ponza. ”Il nostro impegno – silegge nel programma – e’ quello di sbloccare in tempirapidissimi gli stanziamenti per la messa in sicurezza dellearee a rischio, oltre a quelli per il ripascimento di Chiaiadi Luna. Inoltre, lavoreremo per migliorare i collegamentidalla terraferma, la cui situazione recente ha ulteriormentepregiudicato il turismo nell’isola”. Il turismo dipendemolto dalla promozione e – spiega Storace – questo motivo laRegione Lazio continuera’ nell’attivita’ di partecipazionealle Fiere Internazionali di maggior interesse e proseguira’,con un coordinamento costante con gli altri enti localiintermedi, nell’attivita’ di proposta e realizzazione dieducational e workshop dedicati alla conoscenza delterritorio regionale, delle sue ricchezze culturali e delproprio patrimonio enogastronomico. La rete, infine,strumento di grande e consolidata efficacia per la promozioneturistica dei singoli territori e delle caratteristiche checostituiscono le attrattive per l’utenza.

bet/sam/rl

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su