Header Top
Logo
Domenica 19 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Immigrati: Bersani e Bonino, serve nuova legge. Attuali inadeguate

colonna Sinistra
Venerdì 15 febbraio 2013 - 13:43

Immigrati: Bersani e Bonino, serve nuova legge. Attuali inadeguate

(ASCA) – Roma, 15 feb – ”Se e quando ci sara’ dato digovernare, dopo le prossime elezioni politiche, uno dei primiatti che faremo riguardera’ l’immigrazione”. Lo ha detto ilsegretario del Partito Democratico Pier Luigi Bersani allaweb-radio di attualita’ internazionale OltreRadio, nata incollaborazione con RadioRadicale. Per Bersani ”non e’ accettabile che il figlio di unimmigrato nato qui, che studia qui con gli altri italiani,non sia ne’ immigrato ne’ italiano. Ritengo ci sia daintervenire immediatamente per l’acquisto della cittadinanzada parte degli stranieri nati in Italia”. Per il segretariodel PD ”dal punto di vista dell’integrazione e della migliorconduzione del rapporto tra un fenomeno come quellodell’immigrazione e la vita democratica del Paese anchel’acquisizione dei diritti elettorali, a cominciare dalladimensione locale, e’ cosa da fare”. Bersani ha poi dettoche ”non e’ accettabile che nel pieno di una crisieconomica, come quella che attraversiamo, una persona per ilfatto di perdere il lavoro perda anche il diritto di rimanerein Italia e diventi di per se’ colpevole del reato diclandestinita’. Tutto questo va cambiato”. Bersani haaggiunto che ”dobbiamo metterci all’altezza delle miglioritradizioni europee in questo campo, dopo che in questi anniBerlusconi e la Lega ci hanno costretto a guardare al futurocon lo specchietto retrovisore”. Posizioni analoghe sono state espresse anche da EmmaBonino, radicale, vicepresidente del Senato.

”Una nuova legge sull’immigrazione e sulla cittadinanza inItalia -ha detto, sempre a OltreRadio- sarebbe solo la presad’atto che il mondo e’ cambiato e, nel cambiamento del mondo,e’ cambiata la composizione demografica del nostro Paese. Macome sempre la politica non guida i fenomeni, e’ sempre inritardo, facendosi sviare da stereotipi di ogni tipo come leelezioni, la paura, il diverso. In Italia”. ”Ci sono circa 5 milioni di immigrati regolari -hasottolineato la Bonino- che contribuiscono al 12% del PIL edi questi il 13% sono bambini e ragazzi nati e cresciuti inItalia, mi pare evidente alla luce di questi dati che glistrumenti normativi che abbiamo di fronte non sono soloinadeguati, ma criminogeni, perche’ costringonoall’illegalita’ e a un affievolimento dei diritti milioni dipersone”. Per la Bonino ”sono stati in Italia persino inventatireati, come per esempio quello di clandestinita’, giusto peraggravare una situazione di per se’ completamente lasciataallo sbando”. Anche dal punto di vista economico, hapuntualizzato Emma Bonino, ”i dati parlano chiaro. Il piu’potente aiuto allo sviluppo in termini quantitativi di fondisono le rimesse degli immigrati”. L’emergenza dellaquestione immigrazione, secondo la Vice Presidente delSenato, ”e’ si’ complessa, ma semplice da vedere, se solo lasi volesse vedere. Ma io credo che non solo in Italia, ma intutta Europa, l’immigrazione sia una realta’ che non si vuoleguardare, che non si vuole regolamentare, che non si vuolelegalizzare”. com-min

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su