Header Top
Logo
Domenica 19 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Elezioni: Bersani, con Monti nessuna questione personale (1 Update)

colonna Sinistra
Venerdì 15 febbraio 2013 - 11:52

Elezioni: Bersani, con Monti nessuna questione personale (1 Update)

++Non per me ma per il Pd mi piacerebbe che riconoscessenostra serieta’ e lealta’+++.

(ASCA) – Roma, 15 feb – ”Non faccio mai questioni personalisenno’ uno fa un’altra attivita’: io guardo a quello cheserve all’Italia e se serve di mandare giu’ una pillola la simanda giu’ perche’ non si possono mettere i fatti personalidavanti ai problemi che ha questo Paese. Detto questo, ioaffermo che il governo Monti -con l’aiuto nostro- ci ha messivia dalla catastrofe finanziaria anche se il problemaeconomico e sociale resta”.

Lo ha affermato il segretario del Pd Pier Luigi Bersanidurante un videoforum con Repubblica Tv nel corso del qualeha ribadito la disponibilita’ del Pd a confronto ecollaborazione con forze antipopuliste e costituzionali al difuori della’alleanza di centrosinistra.

”Da lui (Monti), da quando e’ cominciata la campagnaelettorale, ho senstito solo i difetti del Pd, non ho maisentito una parola -ha aggiunto Bersani- sullaresponsabilita’ che si e’ preso il Pd. Gli esodati per stradali ho incontrati io, i precari della scuola li ho incontratiio: non ho bisogno di molto e non lo dico per mepersonalmente, ho bisogno che ogni tanto si ricordi lalealta’ e lo sforzo che ha fatto il Pd.

Al netto di questo rimane la posizione politica che e’ semprestata scritta in tabulas nella nostra alleanza: noi se avremoil 51% saremo aperti al confronto e alla collaborazione conforze antipopuliste, vedremo”.

Per quanto riguarda le riserve che vengono fatte suVendola, Bersani ha parlato di una cosa ”stucchevole” senzafondamento visto che Vendola ha mostrato di saper governarebene la regione Puglia e che ha posizioni sicuramenteeuropeiste.

E in risposta alle domande su come pensa di tenere insiemee gestire in un governo Monti e Vendola e se si debbaconfidare sulla sua capacita’ di mediazione, Bersani harisposto: ”Io non intendo fare molto il mediatore. Io credoche vinceremo sia alla Camera sia al Senato. Certo ilproblema resta, ma io ho detto che anche col 51% si deveragionare cone se si avesse il 49%. Voglio chiarire che iol’alleanza l’ho fatta con Vendola, con Tabacci e Mancini el’abbiamo fatta con le primarie muovendo 3mln e 300milapersone. Abbiamo fatto un patto. Sono sicuro che reggera’piu’ la nostra coalizione di altre, se non altro perche’l’alleanza l’abbiamo fatta in un bagno di popolo. Dettoquesto ci deve essere rispetto per le scelte, quindi il tu tidevi distaccare non esiste. Il Pd e’ un partito che quel chedice lo fa”.

Ancora sulla compatibilita’ di posizioni distanti comeVendola e Monti, Bersani ha detto che ”se sara’ necessario,se sara’ opportuno e praticabile, li’ ci penso io. Leprimarie hanno deciso anche chi dirige il traffico! La cartadi intenti che abbiamo sottoscritto parla chiaro. Certo ilproblema non e’ risolto in premessa, ma se non si sollevanostracci ideologici le compatibilita’ sui problemi del Paeseci sono”. E facendo riferimento a quello che ha definito”governo di combattimento” Bersani ha ricordato che tuttequeste cose passano in secondo piano rispetto ai graviproblemi del Paese, e comunque, ha sottolineato, ”algoverno, amico di tutti e parente di nessuno”.

min

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su