Header Top
Logo
Sabato 29 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Corruzione: Di Pietro, Tangentopoli mai finita

colonna Sinistra
Venerdì 15 febbraio 2013 - 13:16

Corruzione: Di Pietro, Tangentopoli mai finita

(ASCA) – Roma, 15 feb – ”Oltre vent’anni sono passati daTangentopoli e nulla e’ cambiato nel rapporto tra politica emalaffare, tranne la moneta. Ieri i cittadini lanciavano lelire contro Craxi e oggi centesimi di euro contro l’expresidente del Monte dei Paschi di Siena, Mussari. La verita’e’ che Tangentopoli non e’ mai finita e che quel rapportoperverso tra istituzioni, imprese e corruzione non e’ maistato spezzato, anzi il sistema della mazzetta si e’ingegnerizzato, non ha colore e coinvolge la maggior partedei partiti. Il danno piu’ grosso viene fatto agli italianionesti, a coloro che pagano le tasse e che si son vistiprelevare dalle tasche i soldi dell’Imu per sanare una crisialimentata, soprattutto in Italia, dalla corruzione”. Lo scrive sul suo blog il leader dell’Italia dei Valori,Antonio Di Pietro, candidato con Rivoluzione Civile, cheaggiunge: ”Insomma, il ceto medio basso e’ statodissanguato, mentre i corruttori, i tangentari, gli evasori equei politici ladri hanno continuato ad agire indisturbati.

Vale per Mps, come per Finmeccanica. Vale per il sistemaLombardia, come per gli scandali in Puglia. In questopanorama marcio Berlusconi e’ una garanzia di continuita’:c’azzeccava con il sistema della corruzione di vent’anni facome c’azzecca con quello di oggi. Quando difende quelsistema, che ha tanto contribuito a costruire, si rendecolpevole di un vero e proprio sabotaggio ai danni dellenostre finanze. E’ come se svaligiasse con le sue mani gliitaliani”. com-min

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su