Header Top
Logo
Sabato 24 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Ue: bozza bilancio, tagli a trasporti e fondi poveri. 6 mld…(1 Upd)

colonna Sinistra
Venerdì 8 febbraio 2013 - 10:28

Ue: bozza bilancio, tagli a trasporti e fondi poveri. 6 mld…(1 Upd)

(ASCA) – Bruxelles, 8 feb – Dimezzamento dei fondi per lereti dei trasporti europei, 6 miliardi di euro per finanziareazioni a contrasto della disoccupazione giovanile, rimborsiper Paesi Bassi, Danimarca e Svezia. Sono alcune delleproposte contenute nella bozza di bilancio pluriennalestilata dal presidente del Consiglio europeo, Herman VanRompuy, dopo i tanti incontri bilaterali di questa notte. Lereti energetiche, di trasporto e di telecomunicazionisubiscono i tagli piu’ consistenti: si passa da 50 miliardi(piu’ dieci miliardi aggiuntivi previsti dai fondi dicoesione) a 29 miliardi (comprensivi dei 10 miliardi deifondi di coesione). Per il periodo 2014-2020 si vorrebberodestinare 23,1 miliardi di euro (13,1 miliardi piu’ i 10elegibili dai fondi di coesione) per i trasporti, 5,1miliardi per l’energia e 1 miliardo per letelecomunicazioni.

Tagli anche gli aiuti per le persone piu’ indigenti: per iprossimi sette anni si propongono 2,1 miliardi contro i 2,5miliardo inizialmente previsti. Riduzione dei tetti di spesaanche per la politica estera dell’Ue, per cui sono destinati58,7 miliardi (-1,9 miliardi di euro). Il Consiglio europeoha deciso di creare una voce specifica di spesa, la’Iniziativa per l’occupazione giovanile’, per cui sonoprevisti 6 miliardi di euro complessivi, 3 dei qualidovrebbero arrivare da investimenti mirati attraverso ilFondo sociale europeo. Previsti, inoltre, per il periodo2014-2020 un ‘rebate’ di 130 milioni di euro annui per laDanimarca, di 650 milioni l’anno per i Paesi Bassi e di 160milioni l’anno per la Svezia. I rimborsi per il saldonegativo tra quanto questi paesi mettono per il finanziamentodel funzionamento dell’Ue e quanto ricevono e’ calcolatosulla base del Prodotto nazionale lordo (Pnl).

Tagliate le spese al capitolo ‘sicurezza e cittadinanza’,che comprende iniziative di giustiazia, affari interni,migrazione e politiche di asilo. Van Rompuy propone risorseper 15,6 miliardi in sette anni (nella sua precedente bozzadi novembre erano 18,8 miliardi). Riviste al ribasso anche ledotazioni per spese amministrative, portate a 61,6 miliardi(rispetto alla precedente proposta di 63,1 miliardi).

Unica voce con saldo positivo quella agricola: per laPolitica agricola comune (Pac) dato oltre un miliardo di euroin piu’ (da 372,2 miliardi a 373,4), con un lieve aumentoprevisto per i pagamenti diretti (da 277,5 miliardi a 277,8miliardi).

bne/sam/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su