Header Top
Logo
Giovedì 23 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Lavoro: Stasi (Calabria), situazione ammortizzatori sociali drammatica

colonna Sinistra
Venerdì 8 febbraio 2013 - 09:49

Lavoro: Stasi (Calabria), situazione ammortizzatori sociali drammatica

(ASCA) – Catanzaro, 8 feb – ”Lo scenario che si e’prospettato per la mancata corresponsione degliammortizzatori sociali in deroga non puo’ che essere definitodrammatico. La conferma viene a conclusione della Conferenzadelle Regioni, durante la quale lo stesso Presidente VascoErrani ha sottolineato con forza quanto il blocco deipagamenti da parte delle sedi regionali Inps – le qualirispondono alle direttive del Ministero del Lavoro – stianocreando le premesse per un vero e proprio conflittosociale”. Lo ha dichiarato Antonella Stasi, vice Presidentedella Reghione Calabria.

”A tal proposito, dopo il suo intervento presso ilGoverno, Errani aderira’ al confronto urgente convocato tratutte le Organizzazioni sindacali, le Regioni ed il Governo.

Piu’ e piu’ volte ho sollecitato la questione in ConferenzaStato-Regioni – dice Stasi – per rimarcare lo stato diallerta sociale che si sta alimentando in Calabria. Laquestione di fondo e’ che il Governo ed il ministro Fornero,pur avendo sottoscritto impegni con le Regioni, non hannotenuto fede al patto, ”inconsapevoli”, con moltaprobabilita’, delle risorse economiche che avrebbero dovutoimpegnare per la risoluzione della questione ammortizzatorisociali in deroga. Dimostrazione della assoluta incapacita’di prevedere, di analizzare, di misurare un problema che e’quasi una sciagura”.

”Qui non sono solo in pericolo migliaia di famigliemonoreddito, – afferma Stasi – ma e’ a serissimo rischiol’ordine pubblico. Per questo e’ necessario sollecitare,ancora una volta, e con estrema urgenza, cosi come stafacendo tutti i giorni il governatore Scopelliti, ilMinistero del Lavoro che metta l’Inps nelle condizioni diprovvedere al pagamento delle mensilita’ arretrate del 2012 edi predisporre i decreti per il 2013. L’esecutivo Monti lodeve ai lavoratori tutti, ma a maggior ragione alle fascepiu’ deboli del nostro territorio”.

red/rus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su