Header Top
Logo
Mercoledì 22 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Scelta Civica: come riformare il sistema fiscale e aumentare occupazione

colonna Sinistra
Giovedì 7 febbraio 2013 - 13:39

Scelta Civica: come riformare il sistema fiscale e aumentare occupazione

+++Escluso qualsiasi condono fiscale”.

(ASCA) – Roma, 7 feb – Una ricetta per riformare il sistemafiscale e rilanciare l’occupazione e’ contenuta nellaproposta economica presentata oggi dalla lista di SceltaCivica che fa capo a Mario Monti. Si tratta dei primi due deicinque punti in cui e’ articolata la proposta che prevedeanche incremento della produttivita’ e competitivita’,revisione della spesa pubblica centrale e locale, fiscalcompact. Per quanto riguarda la riforma del sistema fiscale ildocumento afferma: ”1) Per rilanciare i consumi e l’economiala nostra proposta e’ ridurre la pressione fiscale sulreddito da lavoro, attraverso una progressiva riduzione delcarico fiscale dell’IRPEF, a partire dai redditi medio-bassi.

Ci proponiamo nell’arco della legislatura una riduzione delrapporto tra gettito IRPEF e PIL del 2%. Stimiamo che allafine della legislatura la nostra proposta portera’ ad unariduzione del gettito IRPEF di oltre 15 miliardi di eurorispetto ai livelli attuali. Non prevediamo di aumentareulteriormente l’IVA dopo il 2013.

”2) Per sostenere il mondo delle imprese ci proponiamo diridurre progressivamente ma significativamente l’IRAP durantela legislatura. L’obiettivo primario e’ eliminare il montesalari dalla base imponibile dell’IRAP. La nostra propostaimplica che nel 2017 il gettito IRAP sara’ circa 11.2miliardi meno del livello attuale (in pratica un dimezzamentodel peso IRAP sul settore privato). Non prevediamo dimodificare le aliquote IRES.

”3) Per favorire i redditi piu’ bassi, le famiglie e glianziani, proponiamo di intervenire sull’IMU a partire dal2013: aumentando la detrazione sulla prima casa da 200 a 400euro, raddoppiando le detrazioni per figli a carico da 50 a100 euro per figlio, introducendo una detrazione di 100 europer anziani soli e persone con disabilita’, il tutto fino adun massimo di 800 euro. Complessivamente la riduzione delgettito IMU sara’ di circa 2.5 miliardi di euro. Escludiamomodifiche alla tassazione di altre forme di patrimonio.

”4) Per rafforzare l’azione anti-evasione proponiamo cheogni singolo euro raccolto dal contrasto a chi non paga letasse venga usato per abbassarle a chi, invece, le paga.

L’intero ammontare recuperato sara’ usato per ridurre letasse alle imprese e ai lavoratori. Il Fondo per il recuperoevasione, il cui esordio e’ previsto per il 2014, costituira’il veicolo per l’implementazione di questo principio. ”5) Ci proponiamo di incentivare l’utilizzo dei metodi dipagamento elettronico. Inoltre prevediamo di rafforzare imeccanismi e gli strumenti per l’incrocio elettronico di datida parte dell’Agenzia delle Entrate. L’utilizzo dei dati devedivenire nel tempo sempre piu’ puntuale e rigoroso senzaessere intrusivo. Prevediamo che le nostre misure dicontrasto all’evasione fiscale possano portare l’incrementodel recupero a un tasso dell’8% annuo.

”6) Non verra’ introdotto alcun condono fiscale”.

** Come ”aumentare l’occupazione” e’ il secondo capitoloche prevede un piano di assunzioni di giovani a tempoindeterminato strutturato in un quadro regionale. A sostegnouna detassazione delle imprese che assumono giovani sotto i30 anni, per 30 mesi. Altre forme di sostegno creditid’imposta e diminuzione dell’Irap.

Di seguito il programma in 5 interventi.

”1) Per creare nuova occupazione e per contrastare laprecarieta’ proponiamo la sperimentazione sulla base diaccordi-quadro regionali, di un nuovo contratto di lavoro atempo indeterminato, con tre caratteristiche: piu’ bassocosto previdenziale e fiscale; piu’ flessibililta’ delcontratto indeterminato standard e con tutele del postocrescenti nel tempo; ma soprattutto indeterminato e con letipiche tutele ad esso associate (maternita’, malattia,pensione, tutele contro le discriminazioni, ecc.). ”2) Per aiutare i giovani nella ricerca del lavoro efavorire le aziende che li assumeranno proponiamo ladetassazione per le imprese che assumono giovani under 30. ”3) Per alzare il livello della partecipazione delledonne al mercato del lavoro proponiamo di: detassareselettivamente il reddito da lavoro femminile (misura daintrodurre nel corso della legislatura); estendere il congedoparentale per gli uomini ; aumentare la disponibilita’ diservizi di cura per l’infanzia e per le persone anziane.

”4) In tema di ammortizzatori sociali, ci proponiamo diconsentire che, nei nuovi rapporti di lavoro, l’impresa chesi trova a dover licenziare sostituisca il contratto dilavoro con un contratto di ricollocazione. Questoincluderebbe un servizio di outplacement (assistenza per laricerca della nuova occupazione), con costo per tre quarticoperto con i contributi del Fondo Sociale Europeo, combinatocon un trattamento complementare di disoccupazione a caricodell’impresa.

”5) Oltre alla riduzione fiscale dell’IRAP a partiredalle PMI, ci proponiamo di rafforzare misure quali ilcredito di imposta per ricerca e innovazione di prodotto e diprocesso. Ci proponiamo inoltre di rinnovare oltre il 2014 lemisure per favorire l’incremento della produttivita’ e ildecentramento della contrattazione del lavoro, rendendostabile la dotazione finanziaria per la defiscalizzazionedecisa per il 2013”.

min

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su